Genoa, Maran: "Pjaca e Zappacosta? Deciderò se schierarli subito o no"

L'allenatore rossoblù: "Adesso sto allenando una squadra motivata. La società sta lavorando bene sul mercato: stiamo tracciando una strada che se percorsa ci darà soddisfazioni o ci porterà a non soffrire"

© Getty Images

GENOVA - Tra poco più di 24 ore il Genoa aprirà il suo campionato di Serie A contro il neopromosso Crotone. Queste le parole in conferenza stampa del nuovo tecnico ligure Rolando Maran: "In queste settimane abbiamo lavorato molto anche sul creare una mentalità e un'identità precisa. Gli ultimi arrivati hanno trovato una squadra che andava a una certa velocità. C'è molto da lavorare, ma questo non deve essere un alibi: dobbiamo trovare stimoli caratteriali e motivazionali che devono uscire fuori". Il Grifone è dato molto indietro nei pronostici: "Vederci in queste griglie ci deve servire da stimolo. I ragazzi sono arrivati con grande entusiasmo. E' inutile immaginarci ora in qualche determinata situazione del campionato. Dobbiamo solo lavorare. Quanto faremo in stagione dovrà fungerci da stimolo". Maran dice la sua poi sul mercato condotto dal club: "La società sta lavorando bene. E' stata tracciata una strada che se percorsa ci darà soddisfazioni o almeno ci porterà a non soffrire. I non convocati sono solo gli indisponibili e gli squalificati".

"Parlero con Pjaca e Zappacosta e deciderò se schierarli subito o no"

Un commento anche sugli ultimi due acquisti, Marko Pjaca dalla Juve e Davide Zappacosta dal Chelsea: "Arrivano da un percorso diverso rispetto a Czyborra. Mi prenderò qualche momento per parlare con loro e capire se utilizzarli dall'inizio o a gara in corso. Czyborra arriva da un percorso di inattività più lungo ma capirò come schierarlo". Chissà se Destro troverà spazio nelle rotazioni rossoblù: "Noi dobbiamo essere decisi, Mattia compreso, nel metterci alle spalle ciò che è stato. Ogni giorno credo che ci si possano aprire delle opportunità e questa può essere un'opportunità. Ho trovato una squadra dal punto di vista del morale non brillantissima ma via via che siamo stati insieme questo aspetto è migliorato e ora sto allenando una squadra motivata".

"Il Crotone? Le neopromosse hanno un'identità precisa"

Maran si focalizza poi sull'avversario, il Crotone di Stroppa: "Le neopromosse hanno un'identità ben precisa. Hanno una mentalità positiva. Le difficoltà di trovare una squadra neopromossa ci sono. Troveremo una squadra rodata e allenata bene ma contiamo solo noi. In questo momento qua magari anche esser meno belli ma portare a casa un risultato che può darci lo slancio giusto con determinazione". Si parla poi di questioni tattiche, come Radovanovic schierato centrale di difesa: "Ha già fatto il difensore, in questo momento si sta allenando così. Lo aveva già fatto con me. Non lo sa neanche la squadra chi giocherà domani ma è una mia abitudine. Schone e Badelj insieme? E' un percorso che si può sicuramente intraprendere. Dobbiamo far tornare i conti in fretta perchè ci serve una quadratura. I buoni giocatori possono giocare insieme". Sui tifosi da riconquistare: "Siamo chiamati a conquistarci l'affetto e l'amore sul campo. Dobbiamo lavorare affinché, e spero accada presto, che i tifosi arrivino innamorati di noi allo stadio. Ce lo dobbiamo conquistare con grande impegno e sappiamo che, quando potranno rientrare i tifosi a Marassi, tutto questo sarà ricambiato".

Genoa, Zappacosta arriva per le visite mediche
Guarda il video
Genoa, Zappacosta arriva per le visite mediche

Da non perdere







Commenti