Genoa, Shevchenko: "Rimasti a lungo in partita, ma dobbiamo migliorare"

Il tecnico: "Al momento il 3-5-2 è la nostra unica opzione, almeno finché non recupereremo qualche infortunato"
Genoa, Shevchenko: "Rimasti a lungo in partita, ma dobbiamo migliorare"© Getty Images

TORINO - Nonostante il gol preso ad inizio partita direttamente su calcio d'angolo, il Genoa ha resistito fin quasi al 90' prima di essere definitivamete superato dalla rete di Dybala. Questa è la nota più positiva che Andriy Shevchenko, tecnico del Grifone, porta via dalla sconfitta patita con la Juventus: "Abbiamo cercato di restare in partita fino all'ultimo - assicura l'ex Pallone d'Oro ai microfoni di Dazn - oggi la squadra ha messo tanto impegno ma è stato difficile, perché con tanti assenti ci sono stati dei ragazzi che hanno giocato fuori posizione. Non abbiamo creato tanto perché abbiamo sbagliato al momento decisivo: lì potevamo fare qualcosa in più e dovremo lavorare per migliorare. In questo momento giochiamo con il 3-5-2 perché abbiamo giocatori adatti a questo modulo e non recuperiamo nessuno per provare a cambiare. Vedremo lunedì di capire se qualcuno degli infortuni rientrerà e poi inizieremo a preparare la partita di venerdì. Pandev lo stiamo gestendo nel modo che riteniamo più adatto: per il derby cercheremo di capire come sta. Sarà il mio primo derby di Genova, per ora ne ho solo sentito parlare come di una partita particolare, ma non l’ho ancora vissuta".

Magia di Cuadrado e firma di Dybala: la Juve piega il Genoa
Guarda la gallery
Magia di Cuadrado e firma di Dybala: la Juve piega il Genoa

"Il discorso salvezza lo riapriremo recuperando gli infortunati"

La via per la salvezza è sempre più impervia per il Genoa, ma Shevchenko è sicuro di avere tutte le carte in regola per riuscire a conquistarla. A patto, però, di recuperare i tanti infortunati: "Dobbiamo credere nella salvezza - afferma - nonostante il calendario difficile e i tanti infortunati, dobbiamo compattarci ed aiutarci per venire fuori da questa situazione. Abbiamo provato a mettere più vicini gli attaccanti nella sfida con la Juve, ma facciamo fatica a risalire, soprattutto nel primo tempo quando si alza la pressione avversaria. Ekuban e Bianchi hanno poca esperienza in Serie A, fanno ancora fatica a tenere palla ed aiutare la squadra. Dobbiamo lavorare per migliorare. Per valutazioni più accurate sul discorso salvezza dobbiamo aspettare il rientro degli infortunati: in questo momento pesa tanto la loro assenza".

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti