Corriere dello Sport

Inter

Vedi Tutte
Inter

Thohir: «Perisic possibile. Con Mancini in Champions»

Thohir: «Perisic possibile. Con Mancini in Champions»
© Getty Images

Il presidente dell'Inter: «Costretti a vendere Kovacic. Arriverà un attaccante»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 19 agosto 2015 18:29

MILANO - "Sono sicuro che Mancini terrà fede alla promessa di portare l'Inter in Champions League e sono convinto che per questa stagione l'Inter possa tornare a competere ai vertici. Roberto è stato il miglior acquisto del club", dice il presidente dell'Inter Erick Thohir in una discussione al forum di Detiksport a Giacarta. Thohir fa un punto di mercato a cominciare dall'addio di Xherdan Shaqiri: "Non era in accordo con Mancini e le sue strategie. La sua cessione, come quella di Kovacic, è stata intrapresa per riequilibrare il bilancio". "Arriveranno altri giocatori, ne sono sicuro. Ma se così sarà - assicura - non saranno difensori. A centrocampo abbiamo già giocatori di qualità, sono sicuro che arriveranno degli attaccanti. Quattro attaccanti sono pochi". "Sono ottimista - continua il presidente - sul fatto che Roberto Mancini sia la migliore scelta per l'Inter col suo passato di successi. Forse molta gente prenderà negativamente i risultati del precampionato ma ciò che conta è la serie A. Sono ottimista, faccio il tifo e penso che i giocatori che ha in squadra al momento Mancini siano molto buoni. Murillo, Miranda, Jovetic e Kondogbia sono tutti ottimi giocatori e spero che anche i giovani possano dare il loro contributo".

COSTRETTI A VENDERE KOVACIC - "Credo che nelle ultime sessioni di mercato siano stati presi tanti giocatori per i quali abbiamo speso tanto. Ovviamente non dovrà essere solo così perché la situazione diventa squilibrata. Per le regole del FFP siamo stati costretti a vendere Kovacic, scelta difficilissima per me": è il commento del presidente dell'Inter Erick Thohir alla cessione del centrocampista croato al Real Madrid. "Il rischio - dice in una discussione al forum di Detiksport a Giacarta - che brilli altrove come Pirlo e Coutinho c'è, se lasciamo andare via giocatori che si sono rivelati dei flop la gente non lo ricorda, si vedono solo quelli che hanno avuto successo. Penso che dipenda anche dal sistema di ciascun allenatore. E il campionato italiano non è tatticamente così aperto come la Premier o la Liga. È una situazione che dobbiamo affrontare, ma fino al 31 agosto può succedere di tutto. È possibile che arrivi Ivan Perisic, ma chiunque arriverà sarà un calciatore da Inter, che servirà al club, non un mio capriccio"

Per Approfondire

Commenti