Corriere dello Sport

Inter

Vedi Tutte
Inter

Serie A Inter, Mancini: «Icardi? Fare gol è il suo lavoro»

Serie A Inter, Mancini: «Icardi? Fare gol è il suo lavoro»
© Inter via Getty Images

Il tecnico dell'Inter: «Con l'Udinese ha giocato molto bene, come Jovetic»

Sullo stesso argomento

 

sabato 12 dicembre 2015 23:01

UDINE - Mancini si gode la prima mini fuga del campionato: «La partita è stata difficile - dice il tecnico dell'Inter a Mediaset Premium - l’Udinese ha dimostrato di essere una squadra in forma e ci ha fatto soffrire: ma abbiamo dimostrato di saper soffrire bene, quando c’è da farlo. Lo spirito è questo, non esistono partite semplici e se non hai lo spirito giusto fai fatica. Per chi tiferò domani? Non cambia molto, è presto: tutte quelle squadre continueranno a lottare per il titolo. Icardi? Segnare è il suo lavoro: non abbiamo mai avuto preoccupazioni, perché alla fine i gol li farà. È normale che gli attaccanti passino dei momenti di appannamento, ma finora è arrivato a 6, un buon bottino. Stasera ha giocato molto bene, come Jovetic: cominciano a conoscersi e questa è una cosa positiva. Montoya? È un po’ che pensavo di farlo giocare: sono molto felice, anzi forse è l’aspetto che mi rende più felice stasera, non era facile dopo mesi di inattività. Il record di Mourinho battuto? Quell’Inter ha vinto, questa ancora nulla, qui per ora i numeri contano poco. La migliore difesa? Va bene, dobbiamo diventare anche il miglior attacco. I cartellini? Quello di Telles non c’era: di simulazioni nelle ultime 5 partite ne avrò viste almeno 20, bisogna smetterla e ammonire. A chi dedico la vittoria? A una bambina, Aurora, che purtroppo è volata in cielo».

JOVETIC - «Abbiamo fatto un'ottima partita - dice l'attaccante montenegrino - creando tante occasioni. Qui non è mai facile e sono contento che abbiamo vinto. Ora abbiamo la coppa e poi la Lazio, sono partite difficili che vogliamo vincere. Sono contento per il gol, oggi ho fatto bene, ma l’importante è la squadra. Io e Icardi possiamo formare un’ottima coppia: più giocheremo assieme e più miglioreremo. Lo Scudetto? Io ci credo, se non ci credi come fai a vincerlo? Ci sono tante squadre competitive, ma siamo lì».

Articoli correlati

Commenti