Corriere dello Sport

Inter

Vedi Tutte
Inter

Inter, Pioli: «Non mollo. Il cambio di Icardi? Non era in giornata»

Inter, Pioli: «Non mollo. Il cambio di Icardi? Non era in giornata»
© ANSA

L'allenatore dopo la sconfitta in casa del Genoa: «Voglio portare a termine il lavoro che ho iniziato. Questa stagione dura servirà per costruire l'Inter del futuro»

Sullo stesso argomento

 

domenica 7 maggio 2017 17:25

GENOVA - «L'uscita di Icardi farà rumore? Io faccio l'allenatore, in quel momento non ero contento». Ancora una sconfitta, l'Inter di Stefano Pioli cade anche contro il Genoa e sembra incapace di rialzarsi. Per l'Europa League si fa ancora più dura, inoltre c'è anche da gestire il malumore del capitano, insoddisfatto per la sostituzione, e la contestazione del pubblico. «Che ci sia delusione è normale e anche giusto - dice Pioli a Mediaset Premium - i risultati dell'ultimo periodo sono negativi, dobbiamo e possiamo fare di più. Oggi abbiamo giocato per fare la partita, ma quando hai le occasioni e non riesci a segnare tutto diventa difficile. Potevamo pareggiare, ma dovevamo andare in vantaggio quando c'era da andare in vantaggio. Non è questione di parlare nello spogliatoio dopo la partita, siamo tutti convinti che possiamo fare di più e vogliamo farlo. Dobbiamo pensare a lavorare e a fare il meglio possibile, non vinciamo da troppo tempo. Questa squadra ha dei valori per costruire il futuro dell'Inter, ma adesso dobbiamo pensare al presente».

CASO ICARDI? - «La sostituzione di Icardi? Volevo cambiare la fase offensiva, volevo attaccanti più freschi negli ultimi metri. Io faccio l'allenatore, non ero contento dei movimenti degli attaccanti e ne ho scelti altri per mettere in difficoltà gli avversari», ha aggiunto Pioli, che oggi ha schierato l'Inter con il collaudato modulo 4-2-3-1,. 

«NON MOLLO» - «Ora non è importante pensare all'Europa - ha continuato l'allenatore dell'Inter a SkySport - ma dimostrare che abbiamo voglia e orgoglio. Possiamo dimostrare di avere altri valori. Nelle difficoltà facciamo fatica a trovare concentrazione e determinazione, è un peccato. Non mollo, io ho cominciato un lavoro e un percorso. Ma voglio portare a termine il mio lavoro per cercare di uscire da questo momento delicato. Questa stagione purtroppo negativa sarà fondamentale per la costruzione dell'Inter del futuro. Icardi? Non era in giornata, non penso sia stato indolente».

Articoli correlati

Commenti