Corriere dello Sport

Inter

Vedi Tutte
Inter

Inter, Spalletti: «Il Napoli merita i complimenti di tutti»

Inter, Spalletti: «Il Napoli merita i complimenti di tutti»
© ANSA

Il tecnico dopo il successo nel derby con il Milan: «Questa vittoria ha un sapore bellissimo». Icardi: «Mi porto il pallone a casa e me lo tengo stretto»

Sullo stesso argomento

 

domenica 15 ottobre 2017 23:37

MILANO - Un derby vinto allo scadere è qualcosa di speciale anche per un allenatore navigato come Luciano Spalletti, che ora si gode anche il secondo posto della sua Inter a -2 dal Napoli capolista e a +3 su Juventus e Lazio mentre la "sua" Roma - che deve però recuperare la gara in casa della Sampdoria rinviata per pioggia - dopo otto giornate è già lontana sette lunghezze. «Questa vittoria ha un sapore bellissimo, vincere queste partite qui ti dà entusiasmo anche se poi bisogna analizzare bene la gara - ha detto il tecnico nerazzurro ai microfoni di 'Serie A Live' in onda su Premium Sport -. Siamo stati bravi e professionisti nel capire il momento giusto da sfruttare. Abbiamo avuto il ghigno del derby, quello giusto. Però dobbiamo lavorare e fare meglio perché in alcune situazioni siamo stati in difficoltà. Nel secondo tempo il Milan ha alzato la palla, cambiava il gioco molto velocemente e abbiamo faticato a recuperare il pallone e a portarlo in avanti. Milano ha un derby bellissimo e le partite devono essere così, al di là poi di chi vince». D'obbligo poi i complimenti al suo bomber e capitano: «Un aggettivo per Icardi? È stato grandioso perché con tutte le responsabilità che ha, è pure umile e ascolta i consigli, si abbassa e aiuta i suoi compagni e poi si fa sessanta metri per andare a concludere. In questo modo, senza stare fermo in avanti diventa anche meno marcabile, è un giocatore completo. Le componenti che hanno portato alla vittoria? Abbiamo sfruttato degli episodi, Montella ha detto che hanno giocato un grande secondo tempo ed è vero. Però nella ripresa loro hanno forzato le giocate, sono stati molto alti con le due punte, noi abbiamo creato occasioni importanti e potevamo segnare anche prima. Cosa farò per non subire gol dal Napoli? Io guarderò la squadra che scenderà in campo consapevole della forza del Napoli  - che merita i complimenti da parte di tutti - ma consapevole anche che se si indossa questa maglia si hanno degli obblighi verso tutti i nostri tifosi. Loro affrontano il City? E' vero, ma io non ho una rosa così ampia: sabato non ci saranno sicuramente Brozovic e neanche Joao Mario. Il lavoro di Sarri è sotto gli occhi di tutti: tanto di cappello per ciò che sta facendo» dice poi Spalletti a Sky Sport. 

ICARDI AVVERTE IL NAPOLI - Uomo della serata, ovviamente, è però Mauro Icardi che ha scritto un'altra pagina importantissima della sua storia interista con una tripletta da favola: «Tre gol in un derby? È una gioia speciale che non si può spiegare - ha detto il capitano dell'Inter dopo il derby ai microfoni di 'Serie A Live' in onda su Premium Sport -. A qualche compagno avevo detto che avrei fatto tre gol e ora mi porto a casa il pallone e me lo tengo stretto. Le critiche su di me? Io lascio parlare e parlo in campo. Cerco di aiutare la squadra e parlo con i gol. Non si può segnare sempre ma sono contento per me e per l’Inter. Sogno Scudetto? È ancora presto per dirlo, stiamo facendo le cose bene e dobbiamo continuare su questa strada». Passato poi ai microfoni di 'Sky', Icardi ha avvertito il Napoli capolista (a+2 sui nerazzurri) prossimo avversario sabato sera al 'San Paolo' nel secondo anticipo della nona giornata quando in palio ci sarà la vetta della classifica: «Se mi aspettavo di essere a due punti dal Napoli alla vigilia dello scontro diretto? Onestamente sì, me l’aspettavo perché abbiamo fatto un grandissimo ritiro e si è visto da subito che avevamo iniziato a lavorare bene. Ancora siamo all’inizio e manca ancora tantissimo. Siamo contenti di essere dove siamo, vuol dire che stiamo facendo le cose per bene. Oggi era importante vincere, perché sapevamo che settimana prossima c’è un’altra partita importante, possiamo affrontare il Napoli per fare una grande partita ed è quello cercheremo di fare».

 

Articoli correlati

Commenti