Inter
0

Inter, Conte: "Domani vincere è vitale, Lautaro e Lukaku stanno crescendo"

Il tecnico nerazzuro è intervenuto in conferenza stampa alla viglia della sfida con la Spal:  "Non dobbiamo sentirci appagati dopo il successo in Champions"

Inter, Conte:
© ANSA

MILANO - Dopo il successo in Champions League contro lo Slavia Praga, l'Inter di Antonio Conte vuole continuare il suo cammino anche in campionato. Domani a San Siro arriva la Spal alla ricerca di punti salvezza, in un matche che il tecnico leccese non vuole assolutamente sottovalutare: “La Spal è una squadra organizzata, con un’idea e un bravo allenatore. Dovremo fare grande attenzione, dopo vittorie importanti come quella contro lo Slavia può subentrare una forma di appagamento e non deve accadere. Sarei molto deluso se accadesse domani." Tiene alta la concentrazione l'allenatore nerazzurro: "La Spal rappresenta un ostacolo duro nel nostro percorso di crescita, vincere per noi è vitale. La partita di domani vale tre punti, basta questo calcolo per darvi delle risposte. quella di domani è la partita più importante che ci aspetta. Voi date per scontato la partita di domani, io no. Domani metterò in campo la migliore formazione, come sempre. Abbiamo un solo obiettivo, ottenere i tre punti."

Lukaku-Lautaro in gran forma

Lautaro-Lukaku? Sono cresciuti molto. Nella conferenza di martedì dissi che la squadra era diversa rispetto all’andata, che i nostri due attaccanti che erano stati disintegrati alla prima partita con lo Slavia, adesso sono diversi. Stanno imparando a capire in che posizione stare". Ha poi aggiunto il tecnico interista sul duo Lu-La: "Sono due giocatori moderni, possono fare sia la prima che la seconda punta. Merito loro che stanno lavorando, ma è giusto sottolineare che c’è sempre un impegno anche nella fase di non possesso. Io sono molto attento ad entrambe le fasi. C’è ancora tanto da migliorare”.

Le condizioni di Sensi

Da recuperare Sensi in fretta dopo lo stop a Barella: "Per il discorso medico da ora in avanti darà gli aggiornamenti il nostro medico dopo la conferenza”. Una battuta anche su Esposito sempre importante per l'Inter: "Non è fiducia o no. Se non avessi avuto fiducia in lui sarei stato un folle a buttarlo nella mischia sull'1-1 sapendo che avevamo un solo risultato a disposizione. Lui è un calciatore a tutti gli effetti, ho grande stima e grande fiducia in lui. Ormai è a tutti gli effetti uno dei 4 attaccanti della rosa. Cercherò di mettere la migliore formazione possibile, non vado a pensare che poi ci sarà la Roma o il Barcellona. Iniziamo a vincere domani, poi penseremo alla Roma."

Tutte le notizie di Inter

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

SERIE A - 1° GIORNATA
SABATO 19 SETTEMBRE 2020
Fiorentina - Torino 1 - 0
Verona - Roma 3 - 0
DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020
Parma - Napoli 0 - 2
Genoa - Crotone 4 - 1
Sassuolo - Cagliari 1 - 1
Juve - Sampdoria 3 - 0
LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020
Milan - Bologna 2 - 0
MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2020
Benevento - Inter 18:00
Udinese - Spezia 18:00
Lazio - Atalanta 20:45