Inter, Conte: "Stanco di parlare di Eriksen. Lukaku? E' migliorato tanto"

Il tecnico nerazzurro difende il danese dopo la vittoria sul Genoa: "E' un ragazzo positivo"

© ANSA

GENOVA - Antonio Conte si gusta i tre punti ritrovati della sua Inter, che si è imposta 2-0 al Ferraris sul Genoa: "Fin dall'inizio abbiamo comandato la partita - le parole dell'allenatore nerazzurro a Sky - siamo scesi in campo cercando di fare la partita e lo abbiamo fatto. A volte la sblocchi prima, altre un po' più tardi. Anche contro il Borussia Gladbach abbiamo fatto una buona partita. Oggi non abbiamo subito un tiro e non abbiamo preso gol. E' la dimostrazione del fatto che la squadra e' cosciente".

Conte: "La difesa? C'è equilibrio"

"Risolto i problemi in difesa? Se prendi due gol su tre tiri vuol dire che l'equilibrio c'è. Questa è una squadra che lo ha sempre dimostrato - ha proseguito Conte - Bastoni? Ha lavorato un anno con noi e sa perfettamente i tempi di pressione che bisogna dare quando aggrediamo le squadre in avanti. Bisogna dare tempo ai nuovi arrivati, come Kolarov. Abbiamo ripreso dopo 10 giorni con giocatori nuovi e alcune situazioni devi provarle e riprovarle in allenamento. Oggi anche Ranocchia ha fatto una grandissima partita e non giocava da tanto". 

Segna sempre Lukaku: l'Inter vince a Genova, in gol anche D'Ambrosio
Guarda la gallery
Segna sempre Lukaku: l'Inter vince a Genova, in gol anche D'Ambrosio

Conte su Eriksen e Lukaku

Conte parla poi del rendimento di Eriksen, titolare contro il Genoa, ma autore di una prestazione non brillante e sostituito con Barella dopo un'ora: "Vi state fossilizzando troppo su Eriksen, dalla scorsa stagione. Continuate a sottolineare questa cosa. Lui fa parte della rosa: se merita, gioca; se non merita, non gioca. Mi dà fastidio che sistematicamente debba parlare di Eriksen e magari non di altri che sono rimasti in panchina o hanno giocato 10 minuti. Problemi? È con noi, i problemi possono esserci per gli avversari. A volte si esprime meglio, altre no. E' un ragazzo positivo, noi proviamo ad aiutarlo a crescere dal punto di vista dell'intensità. E lui ci sta mettendo tutto se stesso. Ma non si può passare da una partita discreta a una bocciatura: non credo sia giusto per lui, per me e per l'Inter". Solo elogi per Lukaku, in gol anche oggi: "E’ un giocatore diverso rispetto a un anno fa, è migliorato tanto - spiega Conte - Ho sempre parlato di un diamante grezzo su cui lavorare e l’ho sempre voluto, anche quando ero in altre squadre. Sta lavorando e si vede, tiene più palla ed ha più qualità nell’ultimo passaggio. Poi segna sempre ed è importante".

Commenti