Inter, Inzaghi: "Vittoria meritata in un campo non semplice"

A margine del successo per 3-1 contro la Fiorentina, il tecnico nerazzurro elogia i suoi: "Stiamo lavorando bene, stiamo crescendo. Contento della reazione dopo lo svantaggio"
Inter, Inzaghi: "Vittoria meritata in un campo non semplice"© Inter via Getty Images
TagsInterInzaghi

FIRENZE - Dopo il 3-1 con cui l'Inter ha battuto in rimonta la Fiorentina all'Artemio Franchi, l'allenatore nerazzurro Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei giornalisti di Dazn: "Fra me e l'Inter è un reciproco scambio di mentalità: sono arrivato in un gruppo già vincente, ci siamo trovati: stiamo lavorando, stiamo crescendo. Abbiamo fatto un grande inizio ma ci sono margini per migliorare, nel primo tempo abbiamo sofferto la Fiorentina ma dopo abbiamo dimostrato di meritare la vittoria in un campo non semplice. I gol di testa? Senz'altro abbiamo degli ottimi colpitori, ma anche abili crossatori come Dimarco, Brozovic e Calhanoglu"

Inter, super rimonta sulla Fiorentina: anche Dzeko in gol
Guarda la gallery
Inter, super rimonta sulla Fiorentina: anche Dzeko in gol

Inzaghi: "Ho una rosa competitiva nonostante gli addii dell'estate"

Inzaghi parla del match, iniziato in salita per i gol di Sottil: "La partita è stata molto importante, in questo campo non è semplice vincere: sono un'ottima squadra, infatti sono contento della reazione dopo lo svantaggio. Non abbiamo perso unità e siamo rientrati in campo nel migliore dei modi". Darmian e Dzeko stavano per essere sostituiti prima dei gol: "Dzeko sicuramente, Darmian stavo valutando. Ho la fortuna di avere una rosa competitiva, ho anche Sanchez, ho Perisic che ho messo da punta e ha fatto gol". Cosa ha detto l'allenatore nella pausa del primo tempo: "Stavamo sbagliando troppo tatticamente, abbiamo provato a giocare e sapevamo che sarebbero stati feroci nel pressing, gli ho detto che la Fiorentina non avrebbe potuto tenere quel ritmo e di continuare a tenere il campo come stavamo facendo. Sulla sfida scudetto, Inzaghi afferma: "Dopo quello che è successo in estate noi dobbiamo continuare ad andare avanti nonostante tre pezzi fondamentali persi (Lukaku, Hakimi ed Eriksen). Quest'estate si parlava meno dell'Inter, noi dobbiamo solo continuare a lavorare. Noi eravamo convinti del nostro lavoro prima dell'arrivo dei risultati, i ragazzi lavorano bene e sono stati scelti assieme alla società. Sono passate solo cinque partite comunque, è ancora prestissimo: pensiamo all'Atalanta nel prossimo match"

Inter, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti