Inter, Lautaro raggiante: "Ho sofferto tanto, grazie Barella". Inzaghi senza voce

L'attaccante nerazzurro ha parlato dopo la tripletta rifilata alla Salernitana a San Siro che ha rotto il suo digiuno: "Ero triste, ora ringrazio tutti"
Inter, Lautaro raggiante: "Ho sofferto tanto, grazie Barella". Inzaghi senza voce© LAPRESSE
4 min
TagsInterSalernitana

Goleada liberatoria per l'Inter, che dopo un digiuno di quattro gare è riuscita a ritrovare le reti mancate nelle ultime settimane travolgendo per 5-0 la Salernitana nell'anticipo di San Siro. Il tecnico dei nerazzurri Simone Inzaghi ha perso la voce durante la gara, e nel dopo partita è stato il vice Massimiliano Farris a commentare con soddisfazione ai microfoni di Dazn il successo che ha sbloccato la squadra dopo un febbraio difficile: "Non avevamo dubbi".

Serie A, l'Inter torna al comando. Italia, tutto esaurito a Palermo
Guarda il video
Serie A, l'Inter torna al comando. Italia, tutto esaurito a Palermo

Inzaghi senza voce, parla il vice: "Non avevamo dubbi"

"E' una vittoria brillante, che spazza via i dubbi soprattutto all'esterno ma non nei nostri pensieri - ha spiegato Farris -. Basta vedere i numeri, non c'era nessun sintomo che parlasse di una questione fisica, abbiamo speso tantissimo in un calendario molto affollato e questo ci ha penalizzato. Lautaro teneva a dare una mano ai compagni e sono contento per lui. Sapevamo che c'era bisogno di una scintilla per far ripartire il tutto", ha continuato il vice allenatore dell'Inter. La prestazione di Barella: "Tiene tantissimo alla maglia dell'Inter, ha sofferto molto per le ultime prestazioni. Ci siamo confrontati in allenamento, gli abbiamo detto di ripartire dalle cose semplici. Lui è un campione, ma è giovane e deve fare esperienza. L'assist fatto è da far vedere a tutti i centrocampisti".

Inter, Lautaro Martinez: "Ho sofferto tantissimo, grazie Barella"

Il man of the match della serata di San Siro Lautaro Martinez ha parlato dopo la tripletta rifilata alla Salernitana: "Quando ho colpito la traversa ho detto 'ancora non è serata', ma poi i miei compagni sono stati bravi, ringrazio Barella che è stato bravo a servirmi, e ringrazio la squadra che in questo periodo mi è stata vicino". Il Toro è riuscito a spezzare un digiuno che durava da metà dicembre: "Ho sofferto tantissimo perché vivo per fare gol e aiutare la squadra, e quando non riesco a segnare torno a casa triste. Ora sono contento. Le critiche? Fanno parte del gioco, quando vinciamo è tutto facile, quando si perde dobbiamo restare uniti.  L'abbraccio con Inzaghi? Voglio ringraziarlo per la fiducia e voglio ringraziae i compagni che mi hanno fatto fare gol". L'Inter rinfrancata ora va ad Anfield a cercare l'impresa contro il Liverpool: "Ce la possiamo fare, andiamo là a giocarcela".

Inter, Barella: "Non mi riusciva nulla e mi pesava"

Nicolò Barella è un altro giocatore che si è sbloccato dopo settimane difficili: l'ex Cagliari ha commentato con un certo sollievo ai microfoni di Dazn la sua prestazione con i granata: "Purtroppo non è stato un periodo facile e questo mi pesava, spero sia passato. Non mi riuscivano le cose, avevo voglia di spaccare il mondo e questo mi faceva male: oggi sono riuscito ad essere incisivo come volevo essere e sono contento. Gli assist e l'intesa con Lautaro? Il fatto di giocare sempre assieme ci ha aiutato, lui è bravo ad attaccare la profondità. Non proviamo queste giocate, ma in partitella vengono spesso".

Lautaro, tripletta e pugile alla bandierina. Doppietta Dzeko, è Inter show
Guarda la gallery
Lautaro, tripletta e pugile alla bandierina. Doppietta Dzeko, è Inter show

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Inter, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti