Corriere dello Sport

Juve

Vedi Tutte
Juve

Coppa Italia Juventus, Morata: «Ho passato un momento duro, vivo per il gol»

Coppa Italia Juventus, Morata: «Ho passato un momento duro, vivo per il gol»
© ANSA

L’attaccante bianconero ringrazia i compagni per essergli stati vicini: «Sono incredibili, parlano con me e mi danno un grande sostegno». Cuadrado: «Non abbiamo ancora vinto nulla»

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 27 gennaio 2016 22:59

TORINO - Alvaro Morata è tornato al gol. Dopo quasi quattro mesi d'astinenza (l'ultimo gol con il Bologna il 4 ottobre, ndr) l'attaccante spagnolo ha realizzato una doppietta fondamentale nella semifinale d'andata di Coppa Italia contro l'Inter.

Subito dopo la fine del match la punta della Juve ha espresso tutta la sua gioia per essersi messo alle spalle un periodo molto difficile: "È stato un periodo abbastanza duro, non solo dentro il campo ma anche fuori: ho avuto tanti problemi in testa, ma devo lasciare tutto fuori quando entro in campo, i grandi campioni nella vita hanno avuto periodi difficili, posso averlo anch'io che sono un calciatore normale. È una serata molto importante per me, ringrazio i compagni di questa squadra che sono veramente incredibili, tutti mi parlano ogni giorno e mi danno un affetto fuori dal normale. Serata della svolta? È arrivata un po' tardi ma alla fine è arrivata - ha precisato ai microfoni di Rai Sport -. Io lavoro per entrare in condizione e sono un giocatore completamente diverso da quello che ero ieri. Un attaccante vive di gol e mi aspetto di continuare così".

CUADRADO NON VUOLE FERMARSI - «Non abbiamo ancora vinto nulla, dobbiamo continuare così. La Juventus è la squadra più forte in cui ho giocato». Lo dice Juan Cuadrado, uno che ha vestito la maglia del Chelsea. L'esterno colombiano commenta così la vittoria nella semifinale di andata di Coppa Italia contro l'Inter e il momento bianconero: «Abbiamo fatto una grande partita e vinto con personalità - dice Cuadrado a RaiSport -. Il Bayern Monaco? Pensiamo una partita alla volta, non abbiamo vinto niente ancora. Se la Juve è la squadra più forte con la quale ho giocato? Sì. Anche quando andavamo male ero sicuro che ci saremmo rialzati».

Articoli correlati

Commenti