Corriere dello Sport

Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Juventus, Allegri: Dybala gioca, Pjaca verso il prestito

Juventus, Allegri: Dybala gioca, Pjaca verso il prestito
© Juventus FC via Getty Images

A Verona l'allenatore bianconero sembra orientato a schierare la Joya insieme a Higuain e Mandzukic. Non saranno convocati Pjanic e Cuadrado

Sullo stesso argomento

 

venerdì 29 dicembre 2017 12:11

TORINO - «Là davanti corrono perché la panchina non piace a nessuno. Ci deve essere competizione all'interno del gruppo». Con questa frase sul finire della conferenza stampa di presentazione di Verona-Juventus, Massimiliano Allegri spiega la sua filosofia nella gestione di una rosa così ampia. Nella sfida del Bentegodi dovrebbe tornare titolare Dybala: «Potrebbe rientrare Paulo dal primo minuto, è sereno. La Juventus ha messo in risalto le sue qualità e ha ancora margini di miglioramento. I paragoni che sono stati fatti all'inizio sono stati dannosi: non si può paragonare un ragazzo di 24 anni a 3 mostri sacri del calcio come Messi, Ronaldo e Neymar. Paulo è straordinario, si vede che è diverso dagli altri. Prima c'era più pazienza nel saper aspettare i giocatori, ora si fanno paragoni esagerati e si rischia di bruciare i giovani».

LA FORMAZIONE - L'allenatore bianconero dà molte indicazioni di formazione: «Dybala Higuain e Mandzukic? E' probabile che giochino tutti e tre insieme. Pjanic non ci sarà così come Buffon, De Sciglio e Cuadrado. Juan ha un'infiammazione al pube. Al posto di Pjanic può giocare uno tra Bentancur e Marchisio oppure passiamo a 2. Barzagli riposa di sicuro. Rientra Lichsteiner, in difesa devo scegliere tra Asamoah e Alex Sandro».

PJACA VERSO IL PRESTITO - Allegri lascia intendere che il prestito di Pjaca è qualcosa più di una semplice opzione: «Parleremo con lui e decideremo insieme. Ha bisogno di giocare, è un calciatore importante che non gioca da 9 mesi. Mandzukic in Cina? E' talmente competitivo che non può andare in un campionato non competitivo. Rimarrà alla Juventus».

INSIDIA BENTEGODI - La gara con l'Hellas al Bentegodi evoca precedenti negativi: «La Juventus non vince a Verona dal 2001 e lì tante volte abbiamo perso. E' una gara in cui dobbiamo prendere i tre punti, se no buttiamo all'aria quello che abbiamo fatto in questo mese.  Dobbiamo continuare a stare vicini al Napoli prima della sosta, dobbiamo chiudere questa prima parte nel migliore dei modi».

Articoli correlati

Commenti