Corriere dello Sport

Juventus

Vedi Tutte
Juventus

Buffon: «Non ripetiamo Cardiff»

Buffon: «Non ripetiamo Cardiff»
© Juventus FC via Getty Images

In mixed zone dopo l'affermazione contro il Milan il portiere della Juventus ha parlato della sfida di martedì nei quarti di finale di Champions e del ricordo del ko contro il Real Madrid nella finale dello scorso giugno.

Sullo stesso argomento

 Andrea Ramazzotti

domenica 1 aprile 2018 12:12

INVIATO A TORINO - Adesso che lo scudetto è più vicino, con il +4 sul Napoli certificato dall’affermazione bianconera sul Milan e dalla mancata vittoria degli azzurri sul campo del Sassuolo, la Juventus pensa alla Champions e al match di martedì con il Real Madrid. Sarà la grande rivincita della finale persa a Cardiff lo scorso giugno e, inutile dirlo, la voglia di rivalsa a Vinovo è tanta. Ieri sera, in mixed zone, dopo le interviste con le televisioni, Gigi Buffon non ha neppure provato a nasconderla: “Peggio della finale di Cardiff - ha detto con un sorriso amaro sul volto - mi auguro che non si possa fare. Dobbiamo metterli in condizione di giocare una partita complicata e far emergere le nostre qualità migliori, ma io non do consigli: abbiamo un allenatore preparato come Allegri che sta pensando cosa fare. Di certo c’è una differenza enorme nel giocare questa sfida in 180’ anche se io ho sempre pensato fosse meglio giocarla in 90’. La Juve è una squadra complicata da affrontare e mi auguro di poterne dare conferma anche se partiamo sfavoriti. Possibilità di passare il turno? Le abbiamo perché siamo ambiziosi, ma giochiamo contro una squadra più forte". Su Cardiff i ricordi e gli accenni sono stati anche altri: “Volete sapere se ho rivisto la partita? Mi son sempre fermato… ai due autogol. Quel match non ci è girato bene, ma gli episodi vanno sempre dalla parte di chi lo merita quindi… Rispetto alla finale della scorsa stagione sono cambiate molte cose, soprattutto dal punto di vista psicologico perché allora arrivavamo a quel confronto con troppa fiducia e quello probabilmente è stato il più grande errore. Ripensando a quell’incontro non ho un rimpianto particolare perché ha vinto la squadra più forte sul campo. Adesso mi auguro che la Juve possa trovare le armi giuste per mettere la partita in equilibrio”. Sfidare il Real non gli porta alla mente solo brutti ricordi: “Penso anche a tante sfide molte delle quali sono andate bene anche se eravamo sfavoriti. Sappiamo di giocare contro la squadra più forte del mondo, i detentori del trofeo delle ultime due edizioni. Non ci vuole Buffon per esaminare la forza del Real, la speranza è di rimanere in gara fino alla fine del ritorno”.

Articoli correlati

Commenti