Sarri: «Dybala? Falso nueve o punta di destra»
© ANSA
Juventus
0

Sarri: «Dybala? Falso nueve o punta di destra»

Il tecnico della Juve ha parlato alla vigilia della sfida con l'Inter: "Ronaldo parirtà da sinistra. De Ligt? E' un prospetto fenomenale, ha grande personalità"

SINGAPORE - Ancora non lo ha a disposizione, ma Maurizio Sarri vede Paulo Dybala come falso nueve nel 4-3-3 o come attaccante di destra nel 4-3-1-2. Il tecnico lo ha spiegato in una conferenza stampa di vigilia di Juventus-Inter nella quale ha confermato che Ronaldo partirà largo a sinistra nel 4-3-3, almeno durante questa tournée.

Sarri, a Singapore non si può fumare in pubblico. Si sente più a suo qui a Nanchino?
Sono più tolleranti e mi sento meglio, ma qualche sigaretta l’ho fumata anche a Singapore.

Nella prima partita ha scelto Bonucci come capitano. Perché?
L’ho scelto d’accordo con Buffon capitano che mi ha detto che era giusto scegliere Chiellini perché il capitano dello scorso anno. Io ho detto che in assenza di Chiellini volevo dare la fascia a chi aveva più presenze nella Juve, ma che ero disposto ad accettare altre proposte. Nessuno ha detto niente. Per questo è andata a Bonucci e non a Mandzukic. Il capitano vero per me però è quello che ha l’atteggiamento più coerente dentro lo spogliatoio.

Juventus-Inter non sarà una partita come le altre. Lei cosa si aspetta?
E’ chiaro che non sarà una partita come le altre. Le due squadre non saranno al meglio per condizione fisica e ambientali perché è difficile giocare con queste temperature e con questo livello di umidità. Dobbiamo fare qualche passo in avanti o comunque mantenere lo stesso tipo di atteggiamento avuto nei primi 20’ della ripresa contro il Tottenham.

E’ conosciuto come un allenatore più offensivo che difensivo. Dove metterà Ronaldo?
Nel calcio non si può privilegiare una delle due fasi. Noi lavoriamo per fare bene entrambe le cose. Nella prima parte della stagione vogliamo utilizzarlo nel ruolo in cui ha avuto le maggiori soddisfazioni ovvero da attaccante di sinistra. Da lì potrà accentrarsi e dovremo essere bravi ad adeguarci a lui. E’ bravo a fare la differenza come già successo nella prima gara quando ha segnato e gli altri 10 dovranno giocare di conseguenza.

E’ vero che sono passati due giorni, ma immaginando che abbia già parlato alla squadra, cosa si aspetta di diverso domani?
Abbiamo parlato poco della prima partita e lo faremo prima della prossima. Non mi aspetto niente di diverso contro l’Inter. In questa tournée giochiamo molto e ci alleniamo poco. I margini di miglioramento sono esigui e quando rientreremo analizzeremo gli errori. Al rientro a Torino spero che avremo a disposizione i reduci dagli infortuni e dalla Coppa America e mi auguro che potremo lavorare meglio. Da fine luglio al 10 agosto sarà il momento decisivo per la nostra preparazione.

Domani sarete di fronte lei e Conte, reduci da esperienze all’estero. Siete tornati solo per la nostalgia o il livello del nostro calcio è tornato a crescere?
La scuola di allenatori italiani è importanti e il livello del nostro calcio è in crescita: siamo uno dei movimenti più importanti anche se non abbiamo le risorse economiche rispetto per esempio all’Inghilterra. Se il nostro calcio ha un problema, questo non è di natura tattica.

A lei piace da matti fumare. Ha mai assaggiato sigarette cinesi?
Mettiamola così, sto smettendo…

Ha chiesto alla squadra di non fare qualcosa dal punto di vista comportamentale? Al di là della questione tattica…
Io ai giocatori devo chiedere molto nell’ora e mezzo in campo. Fuori non voglio fare il poliziotto perché se sono arrivati a questo livello vuol dire che sono dei professionisti. In campo voglio vedere allenamenti di alto livello di intensità quando si può ovvero non a ridosso della partita. Voglio una squadra che riproduca il ritmo gara anche in allenamento. Non è una cosa scontata, ma penso di poterla ottenere nel giro di poco tempo.

Cosa può dare De Ligt alla Juventus? Come sarà mettere in panchina un difensore pagato oltre 70 milioni?
De Ligt è un prospetto fenomenale che ha fatto il capitano nell’Ajax e ha personalità. Qualcuno la panchina la dovrà fare perché abbiamo giocatori molto importante in rosa e spero di dare spazio a tutti in questa stagione.

Cosa vi siete detti lei e Ronaldo quando è uscito domenica? In campo fanno polemica...
Gli ho chiesto come era stato perché doveva giocare 60’ e l’ho tenuto in campo qualcuno di più. Lui mi ha detto bene.

Che ruolo può fare Dybala?
Può fare il falso nuove e in questo caso predisporrei un attacco diverso, una soluzione che ho fatto al Napoli. Oppure posso mettere un trequartista e spostare Paulo come attaccante di destra con Ronaldo dall’altra parte.

Tutte le notizie di Juventus

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...
SERIE A - 4° GIORNATA
VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019
Cagliari - Genoa 3 - 1
SABATO 21 SETTEMBRE 2019
Udinese - Brescia 0 - 1
Juve - Verona 2 - 1
Milan - Inter 0 - 2
DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019
Sassuolo - Spal 12:30
Bologna - Roma 15:00
Lecce - Napoli 15:00
Sampdoria - Torino 15:00
Atalanta - Fiorentina 18:00
Lazio - Parma 20:45

 

Calciomercato in Diretta