Ronaldo e Dybala, strappo e alternanza che fanno bene alla Juve
© ANSA
Juventus
0

Ronaldo e Dybala, strappo e alternanza che fanno bene alla Juve

Il portoghese può dimenticare e ripartire. La nuova Joya, che entra per diventare sempre più decisiva, dà a Sarri altre significative certezze

Quale Ronaldo. Senza punti di domanda, come se andassimo oltre un intrigante dilemma. Quello di prima: presto. E questo Dybala aiuta lui, aiuta la Juve, aiuta Sarri, aiuta tutti. Poi magari stasera Cristiano fa due gol in Portogallo-Lituania, senza toccarsi il ginocchio e con gli adduttori sfiammati: a quel punto il “Sarri perché mi hai tolto...?” (bip) diventerà materiale per archivi ormai anacronistici. Storia di Juve-Milan, minuto 55: il Divino esce, la Joya entra e sembra che sia cascato il mondo. Macchè. Dal nostro osservatorio, facendoci aiutare da illustri addetti ai lavori, soltanto sentenze in tal senso. Ronaldo tornerà presto Ronaldo e danzerà con il miglior Dybala che si ricordi.

Ronaldo-Dybala, la gestione perfetta

Cesare Prandelli ha una limpida interpretazione. «Se dobbiamo cercare problemi a prescindere, proviamoci pure, ma sono discorsi inutili. Devo fare i complimenti a Sarri, la gestione è stata perfetta. Un allenatore capisce quando è il momento e quando no, agisce in funzione dell’interesse collettivo. A 34 anni Cristiano non può essere sempre al top, sarebbe sorprendente. Questi non sono e mai saranno intoppi. E Sarri ha un grande vantaggio, avere accanto una società forte che prescinde dal singolo anche se si chiama Ronaldo. Non servono valutazioni diverse».

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport - Stadio

Tutte le notizie di Juventus

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti