Juventus
0

Juve in allarme, Cristiano Ronaldo è scomparso!

Il fuoriclasse della Juve in netto calo: non è più dominante, è deluso e non ha trovato il gol nelle ultime quattro partite giocate

Dov’è finito Ronaldo? E, con lui, dov’è finita la Juve? I due quesiti sono collegati, perchè la ripartenza difficile del fenomeno è coincisa con la scomparsa della squadra di Sarri. Che ha raggiunto la finale di Coppa Italia con il minimo sforzo ed è evaporata nell’ultimo atto contro il Napoli, evidenziando i medesimi problemi e sollevando le stesse inquietudini pre-pandemia. Tradotto: il secondo trofeo stagionale su due è sfumato e certamente non era questo il ritorno in campo sperato dal mondo bianconero. E non è certo una consuetudine a casa di CR7, uno che non contempla la voce “sconfitta” nel proprio vocabolario e fatica ancora di più a digerirla specie quando matura in capo a prestazioni vuote come quella dell’Olimpico. Come sembrano lontane le undici partite consecutive di campionato con gol con cui il fenomeno aveva fatto la differenza da dicembre in poi. Come appaiono distanti dall’attualità le significative sensazioni lasciate dalla Juve nell’ultima grande notte vissuta prima della pausa, ad inizio marzo contro l’Inter.

Cristiano Ronaldo non è più dominante

Almeno per ora, quella Juve non c’è più. E non c’è neanche quel Cristiano dominante. Il portoghese non è abituato a perdere e a non essere decisivo nelle serate che contano. L’immagine che racconta tutto del suo momento è quella che lo ritrae in panchina, a fine partita, seduto tra Dybala e Cuadrado, con lo sguardo fisso e perso nel vuoto, deluso e avvilito per la seconda pesante sconfitta della stagione. Prima la Supercoppa svanita contro la Lazio, ora la Coppa Italia. E’ un’esperienza mai provata da Ronaldo, che per la prima volta in carriera ha perso due finali consecutive a livello di club. Una doppietta di cui certamente avrebbe fatto a meno, anche perchè lui è abituato a ben altre doppiette. Quelle che mette a segno nella porta avversaria. Ecco un’altra nota dolente.

Cristiano Ronaldo non segna più

Ronaldo è rimasto ancora una volta a secco ma quello che più stona è la scarsa pericolosità mostrata in entrambi i match con Milan e Napoli. Dal rigore stampato sul palo contro i rossoneri, all’unica occasione avuta in finale, il passo è stato breve. E se si ferma il più forte di tutti, anche la Juve si adegua. Perchè poco o nulla è arrivato dagli altri. Zero gol in 180 minuti, zero gol per Cristiano nelle ultime quattro partite. Porte chiuse anche per lui, insomma, e pure questo fa molto strano. Ronaldo sa di aver deluso, è consapevole delle difficoltà del momento e c’è da giurarci che per rivederlo al top è soltanto una questione di tempo. I dubbi sulla posizione in campo sono svaniti, visto che Sarri dal centro dell’attacco lo ha immediatamente riportato a sinistra, come lui predilige. Il problema maggiore è la condizione fisica: manca brillantezza, evidentemente anche il suo motore necessita di tempo per tornare a pieni giri dopo oltre tre mesi di sosta forzata e nonostante tutto il lavoro fatto durante il lockdown. Cristiano lavorerà su questo per tornare subito decisivo. 

Tutti i dettagli sul Corriere dello Sport-Stadio in edicola

Juve in allarme, Cristiano Ronaldo è scomparso!

Tutte le notizie di Juventus

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

SERIE A - 1° GIORNATA
SABATO 19 SETTEMBRE 2020
Fiorentina - Torino 1 - 0
Verona - Roma 0 - 0
DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020
Parma - Napoli 10:30
Genoa - Crotone 13:00
Sassuolo - Cagliari 16:00
Juve - Sampdoria 18:45
LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020
Milan - Bologna 18:45
MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2020
Benevento - Inter 16:00
Udinese - Spezia 16:00
Lazio - Atalanta 18:45