Juventus
0

Juve, Higuain porta il bilancio in rosso di quasi 90 milioni

La minusvalenza dell'argentino ammonta a 18,3 milioni. Il club bianconero, in una nota, comunica che "la perdita sarà coperta mediante utilizzo della riserva da sovrapprezzo azioni"

Juve, Higuain porta il bilancio in rosso di quasi 90 milioni
© Juventus FC via Getty Images

TORINO - "A seguito della risoluzione consensuale del contratto per le prestazioni sportive con il calciatore Gerardo Gonzalo Higuain e della svalutazione del valore residuo del calciatore, che genera un effetto economico negativo sull'esercizio 2019/2020 pari a 18,3 milioni, il Consiglio di Amministrazione ha modificato e approvato il progetto di bilancio per l'esercizio chiuso al 30 giugno 2020, che evidenzia una perdita di 89,7 milioni (rispetto alla perdita precedentemente comunicata pari a 71,4 milioni), che sarà coperta mediante utilizzo della riserva da sovrapprezzo azioni". Così in un comunicato la Juventus. Il club bianconero ha dovuto aggiornare il progetto di bilancio chiuso a giugno 2020 dopo la risoluzione del contratto di Gonzalo Higuain, arrivata ieri. Questa ha comportato un impatto negativo sulle casse della società di 18,3 milioni di euro, facendo salire le perdite a 89,7 milioni di euro. Il progetto di bilancio dovrà essere sottoposto all'approvazione dell'Assemblea degli azionisti, convocata per il 15 ottobre 2020, alle ore 10:00, in unica convocazione.

"Coronavirus, le conseguenze sul bilancio della Juve"

Nel dettaglio "L'esercizio 2019/2020 chiude con una perdita di 89,7 milioni di euro - si legge nel documento diffuso dalla Juventus - che evidenzia una variazione negativa di 49,8 milioni di euro rispetto alla perdita di 39,9 milioni dell'esercizio precedente". La pandemia da Coronavirus ha avuto un indubbio ruolo: "Alcune componenti economiche sono state influenzate dalla diffusione della pandemia da Covid-19 e dalle conseguenti misure restrittive per il suo contenimento, imposte da parte delle Autorità' amministrative, sanitarie e sportive dei diversi Paesi, che, in particolare, hanno comportato la sospensione delle competizioni calcistiche a cui Juventus ha partecipato nella stagione sportiva 2019/2020, il cui termine è stato posticipato dal 30 giugno al 31 agosto 2020. L'incremento della perdita dell'esercizio deriva da minori ricavi operativi per 62,8 milioni, maggiori oneri da gestione diritti calciatori per 15,6 milioni, maggiori ammortamenti e svalutazioni sui diritti pluriennali alle prestazioni di calciatori per 44 milioni, maggiori altri ammortamenti per 5,7 milioni, principalmente legati alla prima applicazione del principio contabile IFRS16, e maggiori oneri finanziari netti per 2,4 milioni".

"Matuidi e Higuain genereranno effetto positivo"

"Tali variazioni sono parzialmente compensate da minori costi per il personale tesserato per 42,1 milioni e non tesserato per 1,4 milioni, maggiori proventi da gestione dei diritti di calciatori per 14,8 milioni, minori costi per servizi esterni per 10,1 milioni, minori imposte per 5 milioni, minori acquisti per prodotti destinati alla vendita per 5,4 milioni, minori accantonamenti netti per 1,7 milioni e altre variazioni nette positive per 0,2 milioni. Al 30 giugno 2020 i diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori ammontano a 508,4 milioni. L'incremento netto di 87,4 milioni rispetto al dato di 421 milioni al 30 giugno 2019 deriva da investimenti (+349,4 milioni), disinvestimenti netti (-68,6 milioni), ammortamenti dell'esercizio (-166,5 milioni) e svalutazioni dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori (-26,9 milioni). Il patrimonio netto al 30 giugno 2020 e' pari a 239,2 milioni, in aumento rispetto al saldo di 31,2 milioni del 30 giugno 2019, a seguito dell'aumento di capitale concluso a gennaio 2020 (+298 milioni) al netto dei relativi costi, della perdita dell'esercizio (-89,7 milioni) e della movimentazione della riserva da fair value su attivita' finanziarie (-0,3 milioni)". Infine, in vista del bilancio 2020/2021: "Nei mesi di agosto e settembre 2020 sono stati risolti consensualmente i contratti con i calciatori Blaise Matuidi e Gonzalo Gerardo Higuain, entrambi in scadenza il 30 giugno 2021. Tali operazioni genereranno un effetto economico positivo netto sull'esercizio 2020/2021 di 39,7 milioni di euro".

Diego Alonso aspetta Higuain: "Speriamo sia con noi in settimana"

Tutte le notizie di Juventus

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti