Juve, è Morata l'uomo della Provvidenza?

Lo spagnolo, tornato contro lo Spezia, ha risolto la gara appena 60 secondi dopo il suo ingresso in campo, ma più in generale è l'elemento ideale per giocare a fianco di Ronaldo. Il suo recupero è fondamentale in vista del ritorno degli ottavi di Champions di martedì contro il Porto.
Juve, è Morata l'uomo della Provvidenza?© Juventus FC via Getty Images
Andrea Ramazzotti
TagsJuventusMorata DybalaRonaldo

INVIATO A TORINO - In un momento delicato della stagione Andrea Pirlo non ha nascosto la sua preoccupazione per le tante assenze che non gli permettono di ruotare gli uomini e di immettere, a partita in corso, energie fresche. Un Sos preoccupante e preoccupato in vista dei prossimi due impegni contro la Lazio (sabato) e il Porto (martedì), anche perché in queste due sfide la Signora si gioca una fetta importante delle sue chance di finire bene la stagione. Ciò premesso, il tecnico di Flero dopo l'incontro di ieri sera con lo Spezia può sorridere per il ritorno di Alvaro Morata che aveva saltato la trasferta di sabato scorso a Verona a causa dei postumi di un virus. Lo spagnolo è un elemento chiave per lo scacchiere bianconero e le sue defezioni in questo inizio di 2021 (prima aveva avuto un infortunio muscolare) hanno pesato tantissimo, non solo perché si sono aggiunte a quelle di Paulo Dybala, ancora out da inizio gennaio.

IMPORTANZA - Ieri sera la banda di Italiano, che nel primo tempo aveva controllato bene la Juve, è andata al tappeto non appena l'ex Real, Chelsea e Atletico è entrato sul terreno di gioco. E' stata sufficiente una giocata importante di Bernardeschi sulla sinistra per mandarlo in porta, consentendogli di anticipare a centro area Erlic. Morata ha così rotto un digiuno che per lui in campionato durava da 73 giorni. Pirlo ha riconosciuto la sua importanza in conferenza stampa: "Per noi Alvaro è un giocatore fondamentale - ha detto - e lo abbiamo preso per le qualità che ha, per come gioca con la squadra, per come attacca la profondità e per i gol che segna. Ci è mancato tanto ed speriamo che possa tornare al top in fretta. Titolare contro il Porto? E' già significativo che sia stato in campo mezzora contro lo Spezia. Il resto lo vedremo con calma".

PARTNER DI CR7 - Del ritorno di Morata è felicissimo Ronaldo perché con lo spagnolo al suo fianco, il fenomeno di Funchal può contare su un punto di riferimento al centro dell'attacco. Cristiano può girargli intorno e vede allentare su di sé la pressione della difesa avversaria che, viceversa, non lo perde di vista un attimo quando ha come partner Kulusevski o Dybala, più propensi ad arretrare alla ricerca di spazi e palloni. Ieri sera forse è casuale il fatto che il numero 7 abbia firmato la ventesima rete in campionato a due minuti dalla fine, quando Alvaro era entrato, ma più in generale è risaputo che Ronaldo con Morata si trovi meglio rispetto a quando ha accanto un altro compagno.

ESAMI PER DE LIGT - A proposito di recuperi futuri, invece, Pirlo ha meno certezze: oggi saprà l'entità del problema di De Ligt che si è fermano nel riscaldamento avvertendo ancora fastidio a un polpaccio colpito duro sabato al Bentegodi. La speranza del tecnico bresciano è che l'olandese si sia fermato in tempo e che saltare il match contro lo Spezia non metta in dubbio la sua presenza contro la Lazio e il Porto. Anche perché in queste due gare, a meno di sorprese, mancheranno Chiellini, Arthur e Dybala (quest'ultimo forse una piccola speranza per la seconda la ha), mentre ci sono chance per vedere in campo o almeno in panchina Cuadrado e Bonucci. Di questi tempi, non sarebbero due "acquisti" di poco conto.

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti