Allegri e le scommesse, il comunicato di Oia Services

La nota dell'agenzia di scommesse dopo le indiscrezioni secondo cui il tecnico della Juve sarebbe finito nel mirino per presunte operazioni bancarie sospette
Allegri e le scommesse, il comunicato di Oia Services© ANSA

ROMA - Il tecnico della Juve Massimiliano Allegri è finito al centro di un caso sollevato ieri dal quotidiano La Verità.

Il caso Allegri: cosa è successo

Il quotidiano ha raccontato che a fine aprile di quest’anno, i risk manager di Banca Intermobiliare, dove Allegri possiede un conto, hanno segnalato che, tra l’agosto 2018 e aprile 2021, Max avrebbe ricevuto sette bonifici per complessivi 161 mila euro dalla società maltese Oia Service Limited, coinvolta nell’indagine della Dda di Reggio Calabria che ha portato al sequestro di beni facenti capo all’imprenditore Antonio Ricci per circa 400 milioni di euro. A questi si aggiungono altri sette bonifici dall’estero per un totale di 168 mila euro da parte di Hit D.D. Nova Gorica, società che «gestisce hotel, centri di gioco e intrattenimento in Slovenia» e altri trasferimenti di denaro da Malta e da Monte Carlo. Sembra, in ogni caso, che gli importi accreditati possano essere frutto di vincite al gioco e che le puntate sarebbero legate ai casinò che a scommesse sportive. In base al regolamento della Figc, come è noto, i tesserati non possono scommettere sulle partite di calcio. Ma questo, appunto, non sembra essere il caso. Dai controlli dei risk manager bancari sono emerse anche le spese del tecnico juventino attraverso la sua carta di credito: circa 500 mila euro tra il luglio 2018 e l’agosto 2019. Di questi, 356 mila euro sono stati spesi in due casinò all’estero, di Monte Carlo e Nova Goriça. 

Juve, le parole di Bonucci su Allegri

La replica di Allegri

"Con riferimento alle notizie pubblicate sul mio conto, mi dichiaro con assoluta fermezza del tutto estraneo a qualsiasi attività illecita o irregolare e, tanto meno, a qualsiasi operazione violativa della normativa sull'antiriciclaggio". E' stata la risposta di Allegri in una nota dopo le indiscrezioni secondo cui sarebbe finito nel mirino degli uffici dell'antiriciclaggio per presunte operazioni bancarie sospette legate a una società di scommesse.

Allegri si difende dalle accuse

Il comunicato di Oia Services

"Oia Services Ltd è titolare di regolare concessione per il gioco a distanza rilasciata dall'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli sin dal marzo 2016. Il Sig. Massimiliano Allegri si è registrato sul sito della suddetta società nel marzo 2020 aprendo un conto di gioco, peraltro inibito alle scommesse sportive, nel rispetto della normativa vigente. Il rapporto tra Oia Services Ltd ed il Sig. Allegri ha avuto inizio, quindi, successivamente al procedimento intrapreso dalla Procura di Reggio Calabria, rispetto al quale Oia Services Ltd risulta estranea. Come correttamente evidenziato anche nell'articolo, la società opera in modo assolutamente aderente alla normativa del settore e qualunque congettura e/o suggestione giornalistica che intenda porre in relazione segnalazioni di operazioni sospette con l'operatività della società è totalmente priva di fondamento, nonché potenzialmente capace di ledere il prestigio della suddetta società”. E' il comunicato di Oia Services

Allegri si difende dalle accuse: "Estraneo a qualsiasi attività illecita"
Guarda il video
Allegri si difende dalle accuse: "Estraneo a qualsiasi attività illecita"

MisterCalcioCup “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti