Juve, Allegri: “Dybala e Morata saltano Chelsea e Torino”

Il tecnico bianconero sulle condizioni dei due attaccanti usciti per infortunio nel match contro la Sampdoria: "Purtroppo fa parte del gioco"
Juve, Allegri: “Dybala e Morata saltano Chelsea e Torino”© LaPresse
TagsAllegrijuve

Juve, che guaio. “Morata e Dybala non ci saranno né con il Chelsea né con il Torino, vedremo dopo la sosta”. Massimiliano Allegri perde i suoi due attaccanti, oggi ko nella vittoria casalinga contro la Sampdoria. "Questo fa parte dell'annata - le parole del tecnico a Sky - Ora capita a noi, poi magari più avanti capiterà a qualcun altro. Fa parte del gioco, bisogna essere bravi a giocare queste partite anche con dei giocatori assenti come è sempre stato. Kulusevski oggi ha fatto bene, direi che può giocare lì, può fare anche la mezzala, in una posizione un po' diversa, giocare meno spalle alla porta".

Dybala, gol e ko: lascia Juve-Sampdoria tra le lacrime
Guarda la gallery
Dybala, gol e ko: lascia Juve-Sampdoria tra le lacrime

Allegri: “Verso il Chelsea con serenità”

La squadra ha fatto bene la fase difensiva, poi abbiamo sbagliato sul calcio d'angolo del 2-1 e sul 3-2 abbiamo perso palla in uscita e ci siamo fatti prendere a campo aperto e può capitare. Bisognava fare dei gol prima, chiudere la partita prima, abbiamo avuto l'occasione del 4-1 con Bentancur. Ma siamo contenti perché abbiamo fatto la prima vittoria in casa, la seconda di seguito e ora ci prepariamo con serenità e tranquillità per la partita col Chelsea”.

Allegri: “Non possiamo dominare per 90 minuti”

Negli ultimi anni si è un po’ persa la cultura del lavoro alla Juve? Io so che adesso stiamo lavorando bene, so che oggi era una partita che dopo 20 minuti dovevamo stare 3-0. Questo è un dato di fatto, la squadra ha creato molto di più delle altre partite, già a La Spezia avevamo creato molte volte in porta. È normale che dopo 20 minuti vai sul 3-0 e la partita può essere chiusa, quindi i cambi li fai un po' prima, dai un po' più di respiro. Giocando ogni tre giorni energie mentali ne sprechiamo parecchie. Ci saranno prestazioni nei novanta minuti sicuramente diverse, però non possiamo pensare che la Juventus domini per 90 minuti, ci sono momenti in cui devi difendere e la squadra ha difeso bene. Nel primo tempo abbiamo preso il tiro prima del calcio d'angolo e nel secondo tempo il gol, non è che abbiamo subito tiri in porta, grosse cose, nonostante la Samp sia una buona squadra”.

Allegri: “Passo dopo passo, arriviamo”

"Piano piano, un pezzettino alla volta, ma arriviamo - ha poi aggiunto a Dazn - Bisogna far fatica e avere il gusto di difendere, di non prendere gol. Fa parte di una partita di calcio, altrimenti se giochi solo con la palla rischiamo di lasciare tante occasioni. Noi non ne abbiamo subite tante in tutte le partite, oggi abbiamo subito il primo tiro in occasione del gol. Però in quei momenti ci vuole più attenzione e più tranquillità nel difendere. Per portare a casa i risultati la maggior parte delle partite sono così, in questo momento ci vuole una vittoria netta, così cresce nettamente l’autostima. In questo momento i ragazzi sono molto bravi, poi quando c'è l'episodio negativo...nel secondo tempo comunque siamo entrati bene, già un passo avanti l'abbiamo fatto. Il rigore di Bonucci? E' un giocatore importante ed era uscito Dybala, era giusto che la responsabilità se la prendesse lui, poi Leo a tirare i rigori è bravo".

Juve, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti