Juve, Allegri in ansia per Dybala: "Abbiamo rischiato"

Il tecnico bianconero deluso dopo il pari di Venezia: "Due punti persi". Preoccupazione per l'infortunio dell'argentino: "Mercoledì un affaticamento, pensavamo stesse bene"
Juve, Allegri in ansia per Dybala: "Abbiamo rischiato"© Getty Images
3 min
TagsAllegrijuveVenezia

VENEZIA - Deluso per il passo falso e preoccupato per le condizioni di Dybala, uscito per infortunio dopo una decina di minuti. Massimiliano Allegri non nasconde la sua amarezza dopo il pari sul campo del Venezia, dove la sua Juventus è passata in vantaggio nel primo tempo con Morata ma si è fatta poi riprendere da Aramu nella ripresa: "I ragazzi hanno fatto un bel primo tempo, poi c'è stato un black-out - spiega il tecnico bianconero dopo il match - che ha portato al pari. La stessa cosa ci era capitata con la Salernitana, quando eravamo stati fortunatamente salvati dal palo".

Venezia-Juve 1-1: statistiche e tabellino

"Dybala? Abbiamo rischiato"

A complicare i suoi piani (anche per l'immediato futuro) l'infortunio di Dybala, uscito dal campo dopo una decina di minuti: "Abbiamo rischiato e ora vediamo - dice un preoccupato Allegri -. Mercoledì era uscito per un affaticamento, sembrava che stesse bene e invece non era così". Al suo posto è entrato il giovane Kaio Jorge: "Ha fatto un bel primo tempo, si è mosso bene e ha attaccato la profondità. Nella prima parte della ripresa poi un po' tutta la squadra non ha girato". E quando gli chiedono se il quarto posto (che vale la Champions) diventa un'impresa, il tecnico juventino risponde cosi: "Non bisogna pensare a questo, ma ai due punti persi contro un buon Venezia. Due punti che oggi dovevamo portare a casa".

Venezia-Juve, per Dybala nuovo infortunio: che faccia all'uscita dal campo!
Guarda la gallery
Venezia-Juve, per Dybala nuovo infortunio: che faccia all'uscita dal campo!

"Non bisogna essere sempre belli"

Ecco cosa Allegri rimprovera alla squadra: "Stasera, prima del pari, era già da 5-6 minuti che andavamo in giro per il campo, non giocavamo più la palla e la regalavamo a loro quando bastava giocarne due o tre sulle punte contro i loro due centrali già ammoniti. Quando ci sporcano le partite bisogna avere la capacità di leggerle. Dopo il gol abbiamo ricominciato a giocare e il Venezia non ha creato più niente. Ci sono momenti in cui siamo belli ma quando c'è da stringere non lo facciamo. A volte c'è da fare dieci minuti brutti - precisa l'allenatore juventino - che poi non sono brutti perché sono quelli che ti fanno vincere la partita".

Serie A, la classifica

Serie A, risultati e calendario

La Juve pareggia a Venezia e i social si scatenano
Guarda la gallery
La Juve pareggia a Venezia e i social si scatenano

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Juve, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti