Juve, Chiellini e l'addio da guerriero: "Fino alla fine"

Il capitano della Juve ha disputato a Firenze l'ultima partita con la maglia bianconera, terminata alla fine del primo tempo dopo il violento scontro con Piatek che gli ha causato una brutta ferita al volto: il post su Instagram
Juve, Chiellini e l'addio da guerriero: "Fino alla fine"
3 min

Quello che Giorgio Chiellini aveva vissuto nell'emozionante notte del 16 maggio all'Allianz Stadium, con la standing ovation dei tifosi della Juve e gli abbracci con compagni e tifosi prima, durante e dopo la gara con la Lazio aveva avuto tutti i crismi dell'addio alla maglia bianconera.

Chiellini, a Firenze l'ultima con la Juve

Non è però andata così, perché si sa che il capitano di mille battaglie con la Juventus non poteva certo decidere di tirarsi fuori dall'ultima partita della stagione, proprio contro quella Fiorentina con la cui maglia Chiellini debuttò in Serie A nel lontano 2004. Sarà anche stato un modo per restare in forma in vista dell'addio alla Nazionale, il 1° giugno a Wembley per la partita contro l'Argentina, fatto sta che Chiellini ha lottato un'altra volta, l'ultima con la maglia della Juventus, la numero 560 in totale con il bianconero addosso e per la 430ª volta in Serie A, compresi proprio anche i gettoni con la Fiorentina.

Juve, Chiellini saluta con un ko: sangue dopo lo scontro con Piatek
Guarda la gallery
Juve, Chiellini saluta con un ko: sangue dopo lo scontro con Piatek

Juve, Chiellini insanguinato dopo scontro con Piatek

Lottato nel vero senso della parola, dato che l'ultima immagine su un campo italiano di Chiellini è stata con il volto insanguinato dopo un brutto scontro con Krzysztof Piatek nell'azione che ha portato al 46' del primo tempo al primo gol della Fiorentina, segnato da Alfred Duncan. Soccorso dallo staff medico della Juve prima dell'intervallo il numero 3 non è rientrato dagli spogliatoi, lasciando spazio a Daniele Rugani.

Fiorentina-Juve, Chiellini e il post d'addio dopo l'infortunio

È stato quindi un finale emblematico, con una scena vista tante volte in 17 anni, da guerriero ferito. Una scena che il diretto interessato ha voluto riprendere attraverso un post su Instagram contenente un intenso primo piano del giocatore con il sangue che colava dal sopracciglio e l'emblematica didascalia, "Fino alla fine", il mantra del popolo juventino. Post che ha immediatamente riscosso il favore di alcuni ex compagni, tra i quali Mehdi Benatia, che ha pubblicato un commento sottoforma di emoticons divertiti, e Vincenzo Iaquinta, che si è limitato ad un cuoricino di gradimento...

Juve, i migliori video

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti