Notte di terrore per Di Maria a Torino, la ricostruzione della rapina tentata in casa

Una banda specializzata in furti e rapine nelle ville è stata sorpresa dalla sicurezza privata dell'argentino nel suo giardino. Prima la fuga e poi l'attesto dei malviventi
Notte di terrore per Di Maria a Torino, la ricostruzione della rapina tentata in casa© ANSA
2 min
TagsDi MariaJuventusFurto

TORINO - Di Maria, dalla notte magica contro il Maccabi Haifa alla grande paura. La polizia ha sventato ieri sera una rapina nella villa del Fideo in zona Gran Madre, nella precollina di Torino, con il giocatore presente in casa. La sicurezza privata dell’argentino ha sorpreso i ladri nel giardino e ha avvertito le forze dell’ordine che, dopo un inseguimento, hanno arrestato uno dei tre componenti in fuga della banda, che sarebbe specializzata in furti e rapine nelle ville.

Ladri in casa di Di Maria: l'automobile schiantata di un malvivente in fuga
Guarda la gallery
Ladri in casa di Di Maria: l'automobile schiantata di un malvivente in fuga

La Juventus verso Milano

Non c’è due, senza tre. Il proverbio torna di moda alla Continassa alla vigilia di un altro snodo fondamentale della stagione della Juve. I bianconeri sono reduci da due vittorie consecutive - Bologna e Maccabi Haifa - cosa mai successa prima d’ora in questo tribolato avvio - e non vogliono fermarsi. C’è il Milan all’orizzonte e quindi viene naturale cavalcare l’onda di ottimismo e fiducia per provare a centrare il tris domani. La Juve riparte appunto da due successi di fila, dai 6 gol in due gare (mai accaduto prima), dalla serenità ritrovata di Vlahovic (tre centri di fi la tra Serbia e Juve in una settimana), da Di Maria versione fenomeno (che domani non ci sarà per squalifi ca e tornerà in Champions) e da Milik. Arek è rimasto a riposo contro il Maccabi per un affaticamento muscolare ma ieri si è allenato regolarmente ed è pronto a tornare titolare accanto a Dusan. Per il resto non sono alle viste sorprese, ma semplici rotazioni là dove si può intervenire per dosare le energie. Così Bonucci tornerà al centro della difesa accanto a Bremer e Danilo, mentre a centrocampo Locatelli appare in vantaggio su McKennie e Miretti per unirsi a Paredes e Rabiot, con Cuadrado e Kostic esterni. Non tutto, però, va per il verso giusto perché si registra il nuovo stop per De Sciglio: «lesione di medio grado del retto femorale della coscia destra» per il terzino, che verrà rivalutato tra dieci giorni e si capirà quanto durerà esattamente la sua assenza.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Juve, i migliori video

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti