Juve, la caduta di Agnelli è una mazzata al progetto di resuscitare la Superlega

Fra gli effetti collaterali del terremoto ai vertici bianconeri c'è l'indebolimento della triade Real-Barcellona-Juve che, con il ricorso pendente davanti alla Corte di Giustizia Europea, punta a riportare alla luce il progetto del supertorneo riservato ai ricconi o ex ricconi del calcio europeo, alla forsennata ricerca di nuovi introiti. In attesa del verdetto previsto per marzo 2023, a Nyon il fronte contrario alla Superlega, imbellettata dalla società A22 Sport Management, ha preso a pallonate il suo ad, il tedesco Bernd Reichart. E l'attacco di Tebas alla Juve è stato sintomatico
Juve, la caduta di Agnelli è una mazzata al progetto di resuscitare la Superlega© ANSA
2 min
Xavier Jacobelli
TagscalcioJuventusAgnelli

La caduta di Agnelli ha inflitto un duro colpo alla triade Real-Barcellona-Juve che con il ricorso pendente davanti alla Corte di Giustizia Europea, punta a riportare alla luce il progetto Superlega, il torneo riservato ai ricconi o agli ex ricconi del calcio europeo, alla forsennata ricerca di nuovi introiti. In attesa del verdetto (l'Avvocatura esprimerà il proprio parere il 16 dicembre; la sentenza è prevista nel marzo 2023), l'8 novembre scorso, a Nyon, il fronte contrario alla Superlega, imbellettata dalla società A22 Sport Management ha preso a pallonate il suo ad, il tedesco Bernd Reichart che, peraltro, ha affermato di non rappresentare ufficialmente nessuno dei tre club. Il comunicato ufficiale dell'Uefa ha parlato chiaro: "I vertici guidati dal presidente Aleksander Ceferin e alti rappresentanti di leghe nazionali, club, giocatori e tifosi, hanno ribadito che l'opposizione all'autoproclamata Super League rimane ferma come ad aprile 2021. Confermando l'unità del calcio europeo, la Uefa e gli altri portatori di interesse hanno respinto ancora una volta all'unanimità la logica alla base di progetti come la Superlega. I partecipanti hanno preso atto, con sorpresa, delle affermazioni dell'amministratore delegato di A22 Sports, secondo cui questa società non rappresenta a titolo alcuno nessun club, compresi i tre che continuano a sostenere apertamente il progetto. La Uefa e gli stakeholder rimangono impegnati nei confronti dei fondamenti del calcio europeo, che si basano su apertura, solidarietà e meritocrazia e perseguono obiettivi più ampi che riguardano i principi sportivi e l'interesse sociale, anziché privilegi e diritti personali. Questo approccio è stato sostenuto all'unanimità dalla Commissione europea, dal Parlamento europeo e dall'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, oltre che da governi nazionali, istituzioni pubbliche e portatori di interesse di tutto il continente". Tra i più fieri oppositori alla Superlega brilla Javier Tebas, presidente della Liga spagnola che, in calce alle dimissioni di Agnelli e del Cda Juve, ha chiesto all'Uefa di punire la società bianconera per violazione del fair play finanziario. Sul ring del calcio europeo, il gong non suona mai.

Juve, richiesta di rinvio a giudizio per Agnelli e altre 12 persone
Guarda il video
Juve, richiesta di rinvio a giudizio per Agnelli e altre 12 persone


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Juve, i migliori video

Commenti