Pogba, anche il doping: futuro alla Juve in bilico, carriera a rischio

Il francese è positivo «ai metaboliti del testosterone» e il Tribunale Antidoping lo sospende in via cautelare. Ora rischia fino a 4 anni di squalifica
4 min
Filippo Bonsignore
TagsjuvePogbaDoping

«Pogba positivo al testosterone». Pogba sospeso «in via cautelare» dal Tribunale Nazionale Antidoping. La bomba esplode a metà pomeriggio di un lunedì ancora dal chiaro sapore d’estate che diventa improvvisamente rovente. La Juve è alla Continassa pronta a riprendere la preparazione in vista del primo scontro diretto della stagione contro la Lazio ma in un attimo cambia tutto. Il frullare di voci che già si avvertiva da qualche ora si concretizza nei lanci, praticamente contemporanei alle 17.14, di Ansa e di Adnkronos che parlano della positività del numero 10 bianconero. Paul sarebbe stato trovato non negativo dopo un controllo antidoping effettuato al termine di Udinese-Juve dello scorso 20 agosto, prima giornata di campionato, partita in cui peraltro il francese era rimasto in panchina. Aveva effettuato il riscaldamento a bordocampo durante il match ma non aveva giocato neppure un minuto. Le analisi sono state effettuate nel laboratorio del Coni dell’Acquacetosa di Roma, un riferimento in materia anche a livello internazionale, e i risultati sono stati quindi comunicati a Nado Italia, l’Organizzazione Nazionale Antidoping, che successivamente li ha notificati al club bianconero e al calciatore. Ora Pogba, come da suo diritto, potrà richiedere le controanalisi, passaggio necessario per confermare, o meno, la positività.

Pogba, ambiente bianconero sotto choc

La notizia è stato uno choc per tutto l’ambiente perché il rischio è di una squalifica fino a 4 anni, proprio nel momento in cui Paul stava dando segnali confortanti e piano piano stava riassaggiando il campo. Certo, ad Empoli, prima della sosta, era arrivato un nuovo contrattempo muscolare ma stavolta non da tale da farlo ripiombare nel tunnel dell’ultimo anno abbondante da cui era faticosamente uscito. Ironia della sorte, proprio ieri mattina era uscita una sua intervista ad Al Jazeera piena di speranza e motivazioni: «Voglio far rimangiare a tutti le loro parole e dimostrare che non sono debole. Possono parlare male di me, ma io non mi arrenderò mai». Il 10 aveva ribadito ancora una volta la volontà di tornare quello vero, il giocatore in grado di fare la differenza, proposito mai riuscito finora nella sua seconda vita juventina. Dal suo ritorno, Paul ha vissuto più ai margini che in campo, a causa dell’infortunio al ginocchio della scorsa estate, della scelta iniziale di non operarsi e del lungo recupero.

Futuro in bilico per il francese

Trascorsi che gli hanno attirato non poche critiche da parte dei tifosi e hanno fatto avviare alla società delle riflessioni sul futuro. C’è una spending review in corso alla Continassa e il club sta valutando di rimodulare l’onere di alcuni contratti pesanti. Il caso più significativo è relativo proprio a Pogba, il giocatore più pagato della rosa bianconera: 8 milioni netti più 2 di bonus fino al 2026. C’era la volontà di mettere in agenda, in tempi anche ragionevolmente rapidi, un incontro con il suo agente, Rafaela Pimenta, per riflettere anche sull’ipotesi di una ridefinizione della parte fissa. Adesso lo scenario potrebbe cambiare, a seconda dell’esito della vicenda che, è bene ricordare, è ancora tutta da chiarire. Certo è che se si dovesse arrivare ad una squalifica, anche non al massimo della pena, sarebbe un colpo durissimo per Paul, che potrebbe pregiudicare pure la sua carriera. Il Polpo era reduce da un lungo periodo buio, sia per i problemi fisici che l’hanno a lungo limitato, sia per le questioni extra campo, con il ricatto subito dal fratello. Ora è arrivata la positività e la conseguente sospensione «in via cautelare». Pogba senza pace.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per continuare a leggere

L'abbonamento Plus+ ti permette di leggere tutti i contenuti del sito senza limiti

Scopri ogni giorno i contenuti esclusivi come Interviste, Commenti, Analisi, le Pagelle e molto altro ancora!

Plus+

€ 5,90 /mese

Scopri l'offerta

Commenti