Corriere dello Sport

Lazio

Vedi Tutte
Lazio

Lotito, guarda questa foto. Senza tifosi la Lazio muore

Lotito, guarda questa foto. Senza tifosi la Lazio muore
© ANSA

Da Giancarlo Governi, romano, 76 anni, scrittore, giornalista, regista televisivo e tifoso biancoceleste riceviamo questa lettera aperta sulla situazione della Lazio

 Giancarlo Governi

martedì 2 febbraio 2016 13:22

Caro Direttore,

l’immagine del direttore sportivo che dorme in tribuna a Udine è l’emblema di questa Lazio, abbandonata da tutti, dai suoi tifosi e dallo stesso presidente che immaginiamo in tutt’altre faccende affaccendato e che in questo mercato si è preoccupato soltanto di rinforzare la sua seconda squadra, di cui ai tifosi laziali importa quanto un fico secco. La squadra, per gli infortuni e per gli acquisti sbagliati, doveva assolutamente essere rinforzata e invece si è vista arrivare un centrale di difesa che a Udine si è accasciato a terra, senza essere stato toccato dagli avversari. Questo mentre le altre squadre che ambiscono a un posto in Uefa si sono rinforzate. Tutto è rimandato alla prossima stagione, come al solito come tutti gli anni, quando manca proprio poco per fare il grande salto la Lazio viene meno, si ritrae e manca sempre l’occasione. Si ha come la sensazione che la si voglia lasciare in un limbo da cui non si può mai ascendere al paradiso. I tifosi si sono disamorati e oramai cresce a dismisura, anche fra la tifoseria moderata, il partito anti-Lotito. Il risultato sono lo stadio vuoto e giocatori, quelli migliori su cui si sarebbe dovuta costruire la grande squadra, che danno l’impressione di aspettare la fine della stagione per approdare ad altri lidi. Direttore che cosa possiamo fare? Come possiamo costringere il presidente Lotito ad un confronto franco? Lotito è sordo a questi richiami ma credo che oggi non possa più sottrarsi se non vuole assistere ad una decadenza inesorabile del “mondo Lazio” a cui sta venendo a mancare un elemento fondamentale: i tifosi con il loro amore e la loro passione. Ti ringrazio per l’attenzione.

Articoli correlati

Commenti