Corriere dello Sport

Lazio

Vedi Tutte
Lazio

Lazio, Marchetti: «Giocare senza tifosi è tremendo»

Lazio, Marchetti: «Giocare senza tifosi è tremendo»
© LaPresse

Il portiere biancoceleste: «Chi entra in campo sa che con una tifoseria che ti supporta fa qualcosa in più ed è più carico. Lo stadio pieno dà più punti in campionato»

Sullo stesso argomento

 

giovedì 28 aprile 2016 13:02

ROMA - "Conoscevamo Simone Inzaghi, quando cambia un tecnico si azzera tutto, vogliamo chiudere al meglio la stagione". È quanto assicura Federico Marchetti, parlando agli studenti dell'Istituto Comprensivo Parco della Vittoria di Roma nell'ambito dell'iniziativa 'Dalla scuola allo stadio, il modo giusto per sostenere lo sport'.

Tanti i temi affrontati dal portiere biancoceleste, dal nuovo allenatore a quello esonerato: "Di Pioli - dice Marchetti - abbiamo un bel ricordo, ci sono state soddisfazioni e qualche delusione". Fatale, per l'allenatore del terzo posto dello scorso anno, la sconfitta per 4-1 con la Roma: "Il derby è una partita a sé - rileva l'estremo difensore - si aspetta per tutto l'anno. Vincerlo ti manda in paradiso ma capita anche di perderlo e si rimane delusi, i tifosi ci tengono tanto. È un peccato non dare loro la soddisfazione che meritano".

LAZIO, IDEE BEN ARFA, NEUSTADTER E TOPAL?

KLOSE E I TIFOSI - Marchetti ha poi esaltato le doti di Miroslav Klose ("Quando sono arrivato ero curioso di conoscerlo, è un grande giocatore e una grande persona che aiuta sempre i più giovani. Sono stati cinque anni belli, Klose mi ha arricchito") e sui suoi portieri preferiti ("Dico Handanovic e Buffon, da bambino tifavo Juve ma adesso tifo per la squadra per cui gioco"), per poi dire la sua sull'Olimpico senza tifosi: "Non sarei onesto a dire che non cambia nulla - ammette -, chi entra in campo sa che con una tifoseria che ti supporta fa qualcosa in più ed è più carico. Lo stadio pieno dà più punti in campionato". All'incontro con gli studenti, erano presenti anche i difensori serbi Milan Bisevac e Dusan Basta. L'ex terzino dell'Udinese ha parlato del momento biancoceleste dopo il cambio di tecnico: "Ora siamo una squadra unita - le parole di Basta -, tutti per uno e uno per tutti, possiamo raggiungere traguardi importanti".

TUTTO SULLA LAZIO

Articoli correlati

Commenti