Corriere dello Sport

Lazio

Vedi Tutte
Lazio

Lazio, Inzaghi: «Anna Frank? Poche mele marce»

Lazio, Inzaghi: «Anna Frank? Poche mele marce»
© Bartoletti

Il tecnico alla vigilia della sfida col Bologna: «Non mi aspetto contraccolpi in campo, fuori sia società che tifosi hanno sempre dimostrato di essere contro il razzismo»

 

martedì 24 ottobre 2017 15:31

ROMA - «La societa' Lazio e anche i suoi tifosi hanno sempre dimostrato di mettere in atto delle iniziative contro il razzismo. Penso che l'episodio di domenica sia riconducibile a poche mele marce, ma e' comunque da condannare. Non mi aspetto contraccolpi in campo». Così Simone Inzaghi in conferenza stampa, alla domanda su quanto accaduto all'Olimpico in Curva Sud nella scorsa partita contro il Cagliari.

BOLOGNA SQUADRA FERITA. TORNA LUKAKU, NANI OK - «In Serie A gare semplici non ce ne sono, contro il Cagliari siamo stati bravi noi. Il Bologna è una squadra ferita perché reduce da una sconfitta, Donadoni è un ottimo allenatore e ha dei giocatori per cambiare modulo di gara in gara. Ma non guardiamo la classifica, pensiamo a preparare ogni gara al meglio. Radu? Oggi non si è allenato, Mauricio non ci sarà, Lukaku invece torna a disposizione. Nani sta bene, sono felice anche di Caicedo e aspetto il ritorno degli infortunati. Immobile? Può ancora migliorare, tutto dipenderà da lui ma non ho alcun dubbio, può dare ancora tanto».

SCUDETTO? MARZO E' LONTANO - «Parolo dice che per lo scudetto ne dobbiamo riparlare a marzo? Ha detto cose giuste - continua il tecnico - spingermi fino a marzo per me è difficile, marzo è ancora lontano. Ora la mia testa è a Bologna, di volta in volta vedremo dove saremo. Troviamo una squadra ferita, che ha perso a Bergamo ma veniva da tre vittorie e un pareggio. Donadoni lo conosciamo tutti, farà di tutto renderci la partita complicata».

 

Articoli correlati

Commenti