Lazio
0

Lazio, finalmente Vavro: “Scudetto? Si può. E ora pago la cena ai compagni”

Lo slovacco contro il Genoa ha fatto il suo esordio dal primo minuto: "Il lavoro paga sempre e Inzaghi ha fiducia. Qui diamo tutti il massimo"

Lazio, finalmente Vavro: “Scudetto? Si può. E ora pago la cena ai compagni”

ROMA - Acerbi non ce la fa, tocca a Denis Vavro. Finalmente lo slovacco ha fatto il suo esordio dal primo minuto con la maglia della Lazio. Nel match contro il Genoa, l’acquisto della scorsa estate da quasi 11 milioni di euro, viene promosso a pieni voti dal tecnico Simone Inzaghi. Denis, ai media del suo paese, ha raccontato il momento: “Non sono un titolare, ma faccio parte di una grandissima squadra. In questo momento stiamo facendo molto bene. Giochiamo solo per il campionato, è il nostro obiettivo”.

L’esordio da titolare

Inzaghi ha sempre descritto Denis Vavro come un professionista esemplare, disponibile e pronto. Così è stato: “L’allenatore mi ha detto per tutta la settimana che se Acerbi non fosse stato in grado di giocare, sarei partito titolare. Così è stato. Ho esordito in Serie A dal primo minuto, fino ad ora ero sempre subentrato. Già sul pullman il tecnico aveva fiducia in me. Mi ha ricordato di mettere in campo quello che avevo preparato, di fare del mio meglio”. Poi una battuta sui compagni: “Hanno scherzato, ora dovrò invitarli a cena. Lo farò con piacere dopo averlo già fatto al mio arrivo a Roma. Qui siamo una famiglia. Nella Lazio tutti diamo il massimo, non importa chi gioca e chi non gioca. Il buon umore si riflette anche negli allenamenti. Facciamo fatica, ma ci divertiamo e il tecnico è sempre pronto allo scherzo. C'è spazio anche per l'ironia e anche questo è importante. Ora continuerò ad allenarmi al meglio, il lavoro paga sempre e sono pronto a giocare ancora titolare”.

Gli obiettivi

Vavro ha parlato anche della super stagione che la Lazio sta attraversando: “Venti partite senza sconfitte sono un record, ma meglio andare passo dopo passo. Nessuno si aspettava una Lazio così in alto, la fine del campionato però, è ancora lontana. Ambiamo allo scudetto, siamo lì ad un punto dalla Juventus, ma la priorità resta un posto in Champions League”. Chiosa finale sul coronavirus: “Tutti hanno paura di questo virus e io non faccio eccezione. Non è una malattia classica che può essere curata. A Roma non c'è nessuna emergenza e quando siamo andati a Genova, non c'erano misure speciali. Vedremo cosa accadrà, credo che la situazione migliorerà”.

Lazio, Inzaghi ancora papà: esulta come dopo un gol

Tutte le notizie di Lazio

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Squadra PT Squadra PT
Juve 63 Sassuolo 32
Lazio 62 Cagliari 32
Inter 54 Fiorentina 30
Atalanta 48 Udinese 28
Roma 45 Torino 27
Napoli 39 Sampdoria 26
Milan 36 Genoa 25
Verona 35 Lecce 25
Parma 35 Spal 18
Bologna 34 Brescia 16
SERIE A - 26° GIORNATA
SABATO 29 FEBBRAIO 2020
Lazio - Bologna 2 - 0
Napoli - Torino 2 - 1
DOMENICA 01 MARZO 2020
Lecce - Atalanta 2 - 7
Cagliari - Roma 3 - 4
DOMENICA 08 MARZO 2020
Parma - Spal 0 - 1
Milan - Genoa 1 - 2
Sampdoria - Verona 2 - 1
Udinese - Fiorentina 0 - 0
Juve - Inter 2 - 0
LUNEDÌ 09 MARZO 2020
Sassuolo - Brescia 3 - 0

Calciomercato in Diretta