Lazio
0

Lazio, Leiva rilancia: “Pronto per lo scudetto. Viva la ripresa, dà speranza”

Il centrocampista brasiliano non vede l’ora di tornare in campo: “Atalanta squadra forte, ma noi motivati. Prima la Champions, poi vogliamo il titolo. Qui ho ancora molto da dare”

Lazio, Leiva rilancia: “Pronto per lo scudetto. Viva la ripresa, dà speranza”
© © Marco Rosi / Fotonotizia

ROMA - Pronto a dare il tutto per tutto, Lucas Leiva. Non è una novità, il centrocampista della Lazio è fatto così. Ha bruciato le tappe nel recupero programmato dopo l’intervento al ginocchio ad inizio aprile. Si è messo subito a disposizione di Inzaghi, ha un po’ frenato negli ultimi giorni. Ma sarà pronto per la ripresa del campionato di Serie A. Non vede l’ora. Ai microfoni di Redetv, il brasiliano ha parlato del momento:La ripresa non mi spaventa, i protocolli messi in atto garantiscono la massima sicurezza per tornare in campo. Riprendere non è importante solo per noi giocatori, ma per tutta la gente che ama questo sport. Il calcio può dare speranza. Ci aspetta comunque un periodo diverso dal solito, sarà un’estate con le persone a casa a guardare le partite. Una cosa mai successa prima. Speriamo solo non ci siano problemi in futuro con il campionato”.

Leiva verso la prima sfida

“Abbiamo uno scontro diretto da affrontare, quello con l'Atalanta, una squadra che sta facendo bene da diversi anni. Nella scorsa stagione l'abbiamo battuta nella finale di Coppa Italia, ma abbiamo perso qui a Roma. In questo campionato abbiamo invece pareggiato. Quindi è una squadra che dà sempre molti problemi. Anche noi però siamo forti, abbiamo dimostrato di poter battere qualsiasi avversario. Sarà una partita interessante. Il nostro obiettivo, prima di tutto, è quello di conquistare il piazzamento in Champions League. Poi, avendone la possibilità dal punto di vista matematico, cercheremo anche di conquistare il titolo”.

Tra operazione e ripresa

“Per me è stata una decisione difficile finire sotto i ferri. Ho preso tutte le precauzioni possibili, in realtà ho aspettato un po' quando ho sentito questo fastidio al ginocchio. Però dopo 3 o 4 settimane ho visto che questo problema ha avuto un'evoluzione che non mi aspettavo. Ho guardato al lato positivo, ovvero quello che non avrei comunque perso partite. L'ospedale in cui mi sono operato non ha avuto casi di Coronavirus, quindi sono stato tranquillo. Ora il ginocchio sta bene, mi sto già allenando con il gruppo. Ovviamente parliamo di un intervento, quindi ci sono ancora alcune cose su cui devo completamente recuperare. Credo però che ce la farò in questi giorni che ci separano dall'inizio del campionato, il ginocchio starà bene. Gli allenamenti? Seguiamo i protocolli stabiliti e sottoponiamo agli esami che dobbiamo fare. Sono stato molto contento di rivedere i miei compagni, i membri dello staff tecnico. Non è stato facile in un primo momento, perché non potevi abbracciarli dopo essere stato tanto tempo senza vederli. Diciamo che è stato un periodo in cui ci siamo dovuti adattare. Il futuro? Non penso alla fine della mia carriera. Certo, non escludo un ritorno in Brasile. Ho ancora molto da dare alla Lazio, sto pensando al presente. Di sicuro, se dovessi tornare in Brasile, la mia prima scelta sarà il Gremio”.

Tutte le notizie di Lazio

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti