Tamponi Lazio, Pulcini si difende: “Ho rispettato le regole”

Il responsabile sanitario del club biancoceleste dice la sua sulla questione: “Sono super tranquillo”
Tamponi Lazio, Pulcini si difende: “Ho rispettato le regole”
1 min

ROMA - Lazio, Lotito e i medici deferiti per il caso tamponi. In mattinata è arrivata la decisione del procuratore federale Chiné. E ai microfoni de La Presse, il responsabile sanitario Ivo Pulcini, ha spiegato la situazione che lo vede coinvolto: “In base alla legge spetta al laboratorio comunicare alla Asl se c'è un positivo. È poi la Asl che comunica all'azienda, con il consenso del giocatore".

La questione tamponi: parla Pulcini

L’accusa: mancate comunicazioni dell'esito dei tamponi prima delle gare di Champions League Brugge-Lazio del 28 ottobre 2020 e Zenit-Lazio del 4 novembre 2020. Pulcini ha spiegato: "Noi abbiamo comunicato tempestivamente alla Asl, ma non avevamo la certezza che fossero dei veri positivi. Materialmente l'esito dei tamponi fatti dalla UEFA io non li ho mai visti, perché non ho l'accesso alla piattaforma. Quindi io avrei dovuto certificare che ci fossero dei positivi e fare un atto di fede. Da medico io certifico solo quello che vedo, secondo coscienza. Sono super tranquillo e felice di poter spiegare la posizione di un professionista che da tanti anni lavora correttamente nel rispetto delle regole".

Caso tamponi, deferita la Lazio
Guarda il video
Caso tamponi, deferita la Lazio


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti