Pedro Neto: “Alla Lazio non fanno giocare i giovani”

Il portoghese, ex biancoceleste, è esploso al Wolverhampton e critica Inzaghi: “Questione di mentalità”
Pedro Neto: “Alla Lazio non fanno giocare i giovani”© EPA

ROMA - Alla Lazio un’anonima avventura, al Wolverhampton sta mostrando a tutti le sue qualità. Pedro Neto è diventato grande: oggetto misterioso nei suoi due anni a Formello tra Primavera e prima squadra, poi la cessione in Inghilterra. Lì è esploso dopo una stagione. Quest’anno è davvero super: 24 presenze in Premier condite con 5 gol e 3 assist. È uno dei migliori under 21, sta attirando anche voci importanti di mercato su di sé. E in un’intervista al The Athletic, Neto ricorda il suo passato alla Lazio lanciando una frecciatina: “L’allenatore Inzaghi non aveva la giusta mentalità. La Lazio è un’ottima squadra, ma non c’è la mentalità giusta per far giocare e crescere i giovani. Il tecnico ha le sue idee e scelte, questo lo rispetto”. Il passato biancoceleste è alle spalle, ora c’è solo il Wolverhampton. 

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti