Torino-Lazio, sfida tra i Milinkovic: il precedente

I due fratelloni pronti a giocare uno contro l’altro: rapporto profondo che nasce in casa ed è proseguito sui campi da calcio
Torino-Lazio, sfida tra i Milinkovic: il precedente

ROMA - Riecco finalmente una sfida vera tra Sergej Milinkovic-Savic e Vanja, i due fratelli del nostro campionato. Torino-Lazio è una partita nella partita. Da una parte il vice capitano biancoceleste e leader indiscusso, dall’altra il portiere diventato grande pronto a parare di tutto. In estate si erano fotografati mentre giocavano alla Play Station, ora invece si fa sul serio su un campo vero. L’ultimo e unico precedente risale al 4 novembre del 2018. Vanja era il portiere della Spal, finì 4-1 per la Lazio con la doppietta di Immobile e i gol di Cataldi e Parolo.

Due fratelli uniti più che mai

Nati in Spagna entrambi: Sergej a Lleida (in Catalogna), Vanja a Ourense (in Galizia). Cresciuti in Serbia e militato nelle giovanili della Serbia e del Vojvodina. Poi ‘Sergio’ è andato al Genk, il fratello più piccolo al Manchester United. Sono diversi solo per gusti musicali: rap per il più giovane, folk per il primogenito. Si incoraggiano a vicenda e danno più amore possibile alla sorella minore Jana, che pochi giorni fa ha festeggiato 17 anni a Roma. Uniti per la famiglia da sempre. Un giorno, Mateja Kezman, manager dei due, ha detto: “Vanja è un predestinato, lo dicono i fatti. Fin da giovanissimo ha bruciato le tappe. Sono certo che il suo valore emergerà presto. Stupirà tutti anche in Italia, come suo fratello Sergej”. Si è preso il posto da titolare dopo la partenza di Sirigu. Ora vuole fermare il fratellone, che invece promette gol per spingere la Lazio più su.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti