Lazio, Carnesecchi in pole. C’è l’opzione Vicario

Lotito è pronto a rilanciare per il portiere dell’Atalanta: serve un’offerta da oltre 10 milioni. Resta in corsa l'estremo difensore dell’Empoli
Carnesecchi (Lazio)© LAPRESSE
4 min
Daniele Rindone

ROMA - Lotito ai lavori forzati, lo spingono Sarri e i tifosi. Tra 24 ore inizierà una settimana di impegni e scadenze per la Lazio e il suo presidente. Domattina, ore 7.10, sbarcherà a Fiumicino il play Marcos Antonio, ormai ex Shakhtar. Sbarcherà dal Brasile, si sottoporrà alle visite mediche e firmerà un quinquennale a 900 mila euro. E’ il primo colpo, ne servono altri a stretto giro per ripopolare porta e difesa. Martedì, intanto, si esprimerà il Tar dopo il ricorso presentato dalla Figc in merito alle licenze nazionali. E il giorno dopo, 22 giugno, scadranno i termini per le iscrizioni al campionato. Lotito, reduce da una mini-vacanza, sarà chiamato a intervenire in prima persona per evitare rischi di ogni genere, formali e di mercato.

I portieri

A Sarri interessano i rinforzi, aspetta due portieri. Uno è Marco Carnesecchi, fresco di operazione alla spalla sinistra. Lo stop (3-4 mesi) non ha spaventato Mau, convinto di prendere comunque l’azzurrino dell’Atalanta. In settimana ci sarà un nuovo contatto con Percassi, sta alla Lazio alzare l’offerta. Le prime sono state respinte. L’Atalanta vuole cedere Carnesecchi solo in prestito, Lotito sta cercando di strappare un’opzione di riscatto legata a determinate condizioni, può riconoscere una percentuale di rivendita alla Dea. Percassi valuta il portiere 15 milioni, Lotito deve offrirne più di 10 per provare a fare colpo. Se non ci riuscirà, virerà su Vicario dell’Empoli, appena riscattato dal Cagliari. Corsi ha ottenuto lo sconto dal Cagliari, lo ha pagato 8 milioni, 5 cash più 3 da riconoscere ad inizio 2023. Nell’accordo è prevista una percentuale sull’eventuale rivendita del portiere. L’Empoli, in mancanza di offerte, lo terrà con l’idea di valorizzarlo ancora di più e di venderlo tra un anno. Ha l’accordo con l’Inter per la cessione di Asllani, non deve vendere a tutti i costi. Valuta Vicario almeno 12 milioni, la valutazione data da Percassi a Carnesecchi (che ancora non ha esordito in A) spinge il presidente dell’Empoli a tenere alto il prezzo.

Gli altri

Vive un’estate in bilico, Pepe Reina. Compirà 40 anni il 31 agosto, ha rinnovato per un anno, l’opzione è scattata automaticamente con la qualificazione in Europa League, altrimenti si sarebbe svincolato. Se la Lazio riuscirà a prendere Carnesecchi, servirà un vice che lo sostituisca fino al rientro. In ballo ci sono partite di campionato e di Europa League. Reina non ha dato garanzie nell’ultima stagione, Sarri gli ha tolto il posto favorendo Strakosha. Pepe sarà rivalutato in ritiro, ma il tecnico spera comunque di avere a disposizione un nuovo secondo. In corsa c’è Provedel dello Spezia, scadenza 2023. E’ spuntato Adrian del Liverpool, 35 anni, spagnolo, si svincola. Anche Karius è in scadenza con i Reds. Sul mercato c’è Radu dell’Inter, richiesto dalla Cremonese. A Barcellona vuole svincolarsi Neto, ex Fiorentina e Juventus. E’ gestito dai manager di Felipe Anderson. Il brasiliano, 32 anni, è sotto contratto fino al 2023, ma vuole tornare a giocare. Ci sono rumors sull’Arsenal. Il Barcellona potrebbe liberarlo riconoscendogli una buonuscita. Jorge Mendes aveva proposto Maximiano, portiere del Granda. E’ quotato in Spagna anche se è retrocesso all’ultima giornata. Ha 23 anni, è portoghese. E’ finito nel dimenticatoio Sergio Rico del PSG, rientra dal prestito al Maiorca. Cragno del Cagliari e Gollini dell’Atalanta (dopo il prestito al Tottenham) non hanno i favori di Sarri.

Lazio, le mosse di mercato: chi resta e chi va via
Guarda la gallery
Lazio, le mosse di mercato: chi resta e chi va via

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti