Lazio, Felipe Anderson va in cerca del tris contro la Roma

Il brasiliano due volte in gol contro la Roma
Lazio, Felipe Anderson va in cerca del tris contro la Roma© LAPRESSE
2 min
Daniele Rindone
TagsFelipe AndersonLazio

ROMA - Felipe è la versione mobile della Lazio senza Immobile. Non è Ciro, non lo è nessuno. Ma al centro dell’attacco di Sarri il brasiliano-volante è una pallina di roulette, non sai mai dove va a finire. Falso nueve lampo, fende l’aria con le sue volate, attacca l’area fino in fondo. I gol gli sono rimasti in canna a Rotterdam, sciali record. Non è proprio un segnale nefasto, meglio così a pensarci bene vista l’imminenza della partitissima di oggi, occasione ideale per rifarsi e rifare centro. Tutti i brasiliani, da che mondo e mondo, rendono facili le cose difficili e difficili le cose facili. Capita spesso a Felipe, sa cosa fare e dove andare, non sempre sceglie la soluzione ideale. Arriva a questo derby nello scomodo ruolo di vice Immobile. Ha funzionato meravigliosamente a Bergamo contro l’Atalanta, sballottando la difesa di Gasp, segnando uno dei due gol. Ha sfornato un assist con il Midtjylland all’Olimpico, ha steccato contro Salernitana e Feyenoord. Il ricordo. Felipe s’era rifatto vivo contro la Roma l’anno scorso, pochi mesi dopo il suo ritorno. Nel derby d’andata del 29 settembre 2021 aveva servito l’assist a Milinkovic (gol dell’1-0) e aveva segnato il 3-1 prima del 3-2 di Veretout. I precedenti in campionato contro la Roma sono 9, si rammenta anche il gol segnato da Pipe alla sua prima da titolare nel derby. Era l’11 gennaio 2015, segnò lo 0-2 in un primo tempo da calcio-champagne, incredibilmente quel derby finì 2-2. Sarri oggi a Felipe chiede i gol mancati contro Salernitana e Feyenoord. Non è il massimo giocare la partitissima con un finto centravanti. Ma il derby è il derby, decide lui chi baciare.  

Roma-Lazio, ecco la probabile formazione di Sarri
Guarda la gallery
Roma-Lazio, ecco la probabile formazione di Sarri


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Commenti