Corriere dello Sport

Milan

Vedi Tutte
Milan

Balotelli, un diavolo in amore

Balotelli, un diavolo in amore
© ANSA

Trattativa lampo con il Liverpool: il Milan riporta a casa l’ex “mela marcia” «per motivi sentimentali»

Sullo stesso argomento

dal nostro inviato Furio Fedele

lunedì 24 agosto 2015 08:35

FIRENZE - Fra oggi e domani potrebbero esserci già le visite mediche per Mario Balotelli. Domani potrebbe già allenarsi con i suoi compagni di squadra ma una parte delle verifiche personali le effettuerà qui a Milanello che per un anno e mezzo è già stata la sua casa. L’incontro «galeotto» di sabato sera nei pressi di Firenze (in un pulmino con i vetri oscurati...) ha aperto lo spiraglio per poter continuare ad avanzare nella trattativa con il Liverpool. Che, a fronte di un super-bonus (a 6 zeri) da riconoscergli a breve come premio...fedeltà, è disposto a cederlo in prestito contribuendo anche al suo sontuoso ingaggio (7 milioni di euro) per poi cederlo, fra un anno, a titolo definitivo.

SINCERITÀ - Mihajlovic, ormai ritenuto giustamente capace di qualsiasi...redenzione qui al Milan, ha intravisto nello sguardo di Balotelli e intuito attraverso le sue parole una reale e vera sincerità. Che, comunque, verrà messa alla prova da subito. Non ci dovrebbe essere una clausola anti-balotellate, ma sicuramente anche per Super Mario quello che sta passando è l’ultimo treno per condurre la sua carriera su livelli di una ritrovata dignità e concretezza. L’ad Galliani ieri sera qui al «Franchi» ha fatto chiarezza sulla situazione parlando ai micofoni di Mediaset Premium. «Per Balotelli c'è in corso una trattativa con il Liverpool per il prestito ma non c'è accordo per l'ingaggio - ha spiegato - Vogliamo il prestito con una parte di ingaggio pagata da noi (3,5 milioni di euro; ndi) e un'altra dal Liverpool. Vogliamo Balo perché abbiamo la convinzione che questo ragazzo capisca che questo è l'ultimissimo treno per lui. Spero che lo capisca. Ibrahimovic? E' un sogno, è ultra-difficile e penso che lo sia sempre stato. Credo che il Paris St. Germain se lo terrà. Soriano? Abbiamo fatto un'offerta e se la Sampdoria non cambia le sue idee, non arriverà nessun'altro. Anzi se arriva Soriano dovrà partire un centrocampista. Il kappaò della Juventus? È assolutamente una sorpresa».

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Per Approfondire

Commenti