Corriere dello Sport

Milan

Vedi Tutte
Milan

Milan, Gattuso: «Non sono Padre Pio che fa i miracoli. Abbiamo fatto una figuraccia»

Milan, Gattuso: «Non sono Padre Pio che fa i miracoli. Abbiamo fatto una figuraccia»
© LaPresse

L'allenatore rossonero non nasconde la rabbia per il crollo del Bentegodi: «Siamo troppo fragili»

 

domenica 17 dicembre 2017 14:59

VERONA - 30 tiri e nessun gol realizzato. Basterebbe questo dato per descrivere la giornata di tregenda del Milan che è naufragato a Verona vanificando i primi segnali positivi della gestione Gattuso. L'allenatore rossonero si presenta davanti ai microfoni con un misto di rabbia e sconsolatezza: «Per 25 minuti abbiamo creato tanto, poi al primo episodio siamo andati sotto. Il secondo gol ci ha tagliato le gambe. La squadra ha fatto una buona partita, ma alla prima difficoltà siamo andati sotto. Abbiamo fatto una brutta figuraccia».

Verona-Milan 3-0, sprofondo rossonero: Hellas in gol con Caracciolo, Kean e Bessa

NESSUN ALIBI - Ringhio non cerca spiegazioni fuori dal campo: «Noi pensiamo solo a giocare, le difficoltà ci sono ma se ne occupa la società. Non dobbiamo cercare alibi, sarebbe facile. A livello economico ai giocatori non manca nulla. In questo momento abbiamo la sensazione che si giochi bene ma siamo troppo fragili. Non basta il carattere, non sono Padre Pio che fa i miracoli. I ragazzi mi danno disponibilità, ma a livello fisico ci vuole del tempo. La cosa che mi preoccupa di più è l'aspetto mentale».

ZERO CHIACCHIERE - «Se prendiamo i singoli giocatori questa squadra vale molti più punti - continua Gattuso -, ma bisogna farli rendere al massimo. In questo momento le chiacchiere stanno a zero, guardiamo in faccia la realtà e lavoriamo assumendoci la responsabilità. Cosa ho detto nello spogliatoio? Dopo le partite non dico nulla ai ragazzi perché c'è delusione e rabbia. A bocce ferme si fanno meno danni».

Articoli correlati

Commenti