Gattuso: «Il Milan è vivo». Leonardo: «Ibra non arriva»
© ANSA
Milan
0

Gattuso: «Il Milan è vivo». Leonardo: «Ibra non arriva»

Il dg: «Aveva dato la sua parola ai Galaxy, comunque sul mercato faremo qualcosa»

MILANO - "Eravamo consapevoli di giocare contro una squadra che poteva metterci in difficoltà. Abbiamo sofferto nei primi 15 minuti ma poi abbiamo fatto quello che dovevamo fare.Sono soddisfatto, perché il Torino è una squadra che ha dei valori; qualche mese fa questa partita l'avremmo persa". Lo ha detto l'allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, ai microfoni di Sky Sport al termine del pareggio della sua squadra, in casa, contro il Torino. Poi, stimolato, Gattuso ha detto: "Di mercato non parlo, chiedete ai dirigenti, io penso ad allenare chi ho a disposizione. Non è corretto parlare di chi deve arrivare. Abbiamo una squadra viva, tanti infortunati, ma abbiamo una squadra viva che sta facendo buone cose. Io devo tirare fuori il massimo dai giocatori che ho in rosa, non è bello per i giocatori quando un allenatore parla di mercato".  A proposito della prova sottotono di Higuain, il tecnico calabrese ha affermato: "Gonzalo non doveva nemmeno giocare. Se è sottotono è perché ha fastidio alla schiena: sta stringendo i denti, bisogna aspettarlo". 

LEONARDO - "Ibra non arriverà. Aveva dato la sua parola ai Los Angeles Galaxy che sarebbe rimasto se avessero creato le condizioni per tenerlo e lo hanno fatto. Sarebbe stata una storia bellissima perché avrebbe dato un peso importate alla squadra, ma questo non è stata possibile. Non si puo' negare che ci abbiamo pensato entrambi, ma non sarà possibile". Lo ha detto il dirigente del Milan Leonardo ai microfoni di Sky Sport, al termine del pareggio della sua squadra contro il Torino. "Oggi non abbiamo controllato la partita, all'inizio abbiamo addirittura subito, ma è stata una prestazione media, in linea con il momento in cui stiamo vivendo - ha aggiunto -. Stiamo comunque parlando di una squadra al quarto posto, che oggi sarebbe qualificata in Champions. Se abbiamo tutti i giocatori della rosa siamo competitivi per il quarto posto, anche se sappiamo di dover fare i conti con il fair play finanziari che da dei paletti, ma dentro questi possiamo fare di tuttoForse ci serve un centrocampista centrale per sostituire Biglia e un attaccante da affiancare a Higuain e Cutrone, vediamo se avremo l'opportunità di arrivare a questi obiettivi. Questa squadra comunque ha bisogno di un pizzico di esperienza in più", ha proseguito Leonardo, che poi ha voluto difendere ulteriormente Rino Gattuso: "Non l'abbiamo scelto noi ma lo conosciamo da 20 anni. Stiamo crescendo tutti insieme e quello ci piacerebbe a tutti eèvincere assieme nel Milan". (in collaborazione con Italpress

Vedi tutte le news di Milan

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti