Milan, i rossoneri possono rinunciare a un anno di Europa League
© LAPRESSE
Milan
0

Milan, i rossoneri possono rinunciare a un anno di Europa League

Fair play finanziario: il club punta al "settlement" e prepara una mossa a sorpresa

MILANO - Il Milan attende per giugno il verdetto della Camera Giudicante dell'Uefa, dopo che il club rossonero è finito a giudizio per il triennio 2015-18, oltre a quello 2014-17. I legali rossoneri, però, sono al lavoro per trovare un'intesa con l'organismo europeo prima di arrivare alla sentenza, cercando di coinvolgere entramb i procedimenti. In questo modo si annullerebbe anche il ricorso al Tas di Losanna per il primo giudizio (multa di 12 milioni di euro e due stagioni con lista Uefa ridotta a 21 giocatori).

SETTLEMENT OBBLIGATORIO - Per la trattativa in corso c'è già uno scenario conclusivo. Il Milan dovrebbe uscirne con una sanzione per le violazioni al Fair Play finanziario commesse in questi anni, a cui associare un settlement agreement: vale a dire un percorso fatto di paletti e obiettivi di bilancio per rientrare in una gestione "virtuosa" di bilancio. Questa, inoltre, è una condizione obbligatoria per non finire nuovamente a giudizio per il triennio 2016-2019. La società rossonera, però, punta ad una mossa a sorpresa [...]

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE DEL CORRIERE DELLO SPORT

Tutte le notizie di Milan

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta