L'appello del Milan al Tas non prima del 14 agosto, a stagione iniziata
© EPA
Milan
0

L'appello del Milan al Tas non prima del 14 agosto, a stagione iniziata

I rossoneri rischiano l'esclusione dall'Europa League, ma l'udienza non è nel calendario del Tribunale di Losanna: Roma spettatrice interessata

ROMA - L'udienza per il ricorso del Milan, pendente davanti al Tas, contro le sanzioni decise dalla Uefa lo scorso dicembre non è al momento in programma almeno fino al 14 agosto. Salvo novità, è quindi destinata ad arrivare a stagione iniziata la nuova decisione della Uefa sul secondo deferimento contro il club rossonero per violazioni del Fair play finanziario. Da recidivo, il Milan rischia l'esclusione dalle coppe europee e per questo la vicenda interessa la Roma, che il 25 luglio affronterà i preliminari di Europa League, e il Torino, prima squadra rimasta fuori dall’Europa.

UEFA: sospesi i procedimenti contro AC Milan

Non è stata attivata la procedura d'urgenza

Lo scorso 5 giugno la Camera giudicante dell’Uefa ha deciso di sospendere il secondo procedimento, sui conti del triennio 2015-18, in attesa del verdetto del Tas sull'appello avanzato dal Milan contro le sanzioni per le violazioni del periodo 2014-17 (multa di 12 milioni, limitazione a 21 giocatori nella lista Uefa per due stagioni e l'esclusione dalle coppe in caso di mancato pareggio di bilancio nel 2021). Al momento non è stata attivata la procedura d'urgenza: l'udienza sul caso non compare nel programma dei prossimi due mesi pubblicato ieri dal Tribunale arbitrale dello sport, e da Losanna confermano che non è ancora stata fissata.

Tutte le notizie di Milan

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

 

Calciomercato in Diretta