Milan
0

Rebic è rinato al Milan con la cura Ibrahimovic

L'arrivo dello svedese è la svolta, così il croato ha iniziato a incidere segnando 5 gol nel nuovo anno

Rebic è rinato al Milan con la cura Ibrahimovic
© LAPRESSE

MILANO  - E' l’uomo copertina del momento. Ante Rebic dopo un girone trascorso in panchina ha deciso di prendersi il Milan. Il croato è il giocatore che ha beneficiato più di tutti dell’arrivo di Zlatan Ibrahimovic, perché dall’approdo dello svedese ha iniziato a giocare e segnare con continuità. Numeri da vero trascinatore, perché ha preso parte a 6 gol nel 2020, più di ogni altro giocatore rossonero. Una metamorfosi che diventa ancora più evidente considerando le prestazioni del croato nel girone d’andata. Rebic aveva giocato solamente sette spezzoni di partita nelle prime 16 giornate, senza segnare o fornire assist ma mostrando indolenza quando nei finali di partita veniva chiamato in causa. Col nuovo anno invece ha disputato otto partite di fila tra campionato e Coppa Italia, segnando 5 gol e fornendo un assist. L’ex Fiorentina viaggia sulla media di una rete ogni 86 minuti ed è diventato l’attaccante più prolifico della rosa.

A un passo dall'addio

Il giro di boa è stato decisivo per Rebic, perché dopo il ko contro l’Atalanta all’ultima giornata di campionato prima della sosta natalizia, il giocatore aveva pensato di andare via. Il suo agente si era messo in contatto con l’Eintracht di Francoforte per discutere di un ritorno dopo appena quattro mesi dal suo approdo in rossonero, ma poi qualcosa è cambiato. Rebic ha capito che bisognava avere tutt’altro atteggiamento per guadagnarsi un posto da titolare, e Stefano Pioli lo ha premiato concedendogli sempre più spazio e fiducia. Con il cambio di modulo e l’arrivo di Ibrahimovic c’è stato il salto di qualità definitivo di Ante.

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Raiola: "Donnarumma? E' presto per parlarne"

Tutte le notizie di Milan

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti