Ibrahimovic: "Non sono razzista. Ma sono più bravo di altri"

Precisazione dello svedese del Milan dopo il duro scontro con Lukaku nel derby di Coppa Italia
Ibrahimovic: "Non sono razzista. Ma sono più bravo di altri"© Inter via Getty Images
TagsIbrahimovicMilanLukaku

MILANO - All'indomani del rissa con Romelu Lukaku nel derby di Coppa Italia, Zlatan Ibrahimovic fa una precisazione sui social per smentire le interpretazioni delle sue frasi all'avversario: "Nel mondo di Zlatan non c'è posto per il razzismo - scrive su Twitter l'attaccante svedese del Milan - siamo tutti della stessa razza. Siamo tutti uguali!! Siamo tutti giocatori, alcuni meglio di altri". Su Instagram Ibra ha pubblicato un video di due bambini di etnie diverse, che si corrono incontro abbracciandosi. 

Lukaku contro Ibrahimovic, che scintille in Inter-Milan!
Guarda la gallery
Lukaku contro Ibrahimovic, che scintille in Inter-Milan!

Ibra e la frase sui riti voodoo

Ibrahimovic era finito nella bufera per una frase (Go to your voodoo shit, you little donkey”, ovvero "torna alle tue cagate voodoo, piccolo asino”) che sembrava alludere alle origini congolesi della famiglia di Lukaku. In realtà il riferimento di Ibra è alla testimonianza dell’ex proprietario dell’Everton, Farhad Moshiri, che ha raccontato come Lukaku abbia rifiutato il rinnovo con i Toffees, qualche anno fa, proprio perché aveva ricevuto presagi negativi durante un rito voodoo.

Ibra, i social insorgono: "E' razzista, fuori da Sanremo"

Milan, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti