La delusione di Pioli: "Milan troppo frenetico e poco lucido"

L'allenatore emiliano non nasconde la delusione per il pareggio rimediato nello stadio dove tre mesi fa i rossoneri conquistarono lo scudetto
La delusione di Pioli: "Milan troppo frenetico e poco lucido"© Getty Images
3 min
TagsBerardiKjaer

Tre mesi fa, al Mapei Stadium erano stati tutti contenti. Il Milan, che si laureava campione d'Italia dopo 11 anni di digiuno grazie al 3-0 sul campo del Sassuolo, e la stessa squadra neroverde, che concludeva un'altra ottima stagione. Meno di 100 giorni dopo lo scenario è completamente cambiato, perché lo 0-0 della quarta giornata non piace a nessuno.

Maignan salva il Milan contro il Sassuolo

Alla squadra di Pioli, salvata dal guizzo di Maignan sul rigore di Berardi e di fatto mai pericolosa dalle parti di Consigli, ma pure a quella di Dionisi, ancora in ricostruzione dopo le tante assenze estive e in ansia per l'infortunio capitato proprio a Berardi, uscito dal campo in lacrime.

Milan, col Sassuolo finisce 0-0: Maignan para un rigore a Berardi
Guarda la gallery
Milan, col Sassuolo finisce 0-0: Maignan para un rigore a Berardi

Pioli bacchetta il Milan: "Abbiamo sbagliato partita"

Stefano Pioli ha lasciato il campo passeggiando lentamente e con uno sguardo tutt'altro che soddisfatto, in linea con il commento al match affidato ai microfoni di DAZN: "Ci è mancata lucidità, siamo stati troppo frenetici, avremmo dovuto leggere meglio il gioco. Eravamo partiti bene nel primo tempo, con vivacità, poi il Sassuolo si è chiuso e abbiamo difettato in tante cose, c'era da palleggiare e abbiamo verticalizzato troppo, sbagliando nella qualità dei movimenti, la partita è diventata 'sporca', con molte interruzioni e non abbiamo più trovato il ritmo. Dal 70' in avanti abbiamo giocato come se mancasse un minuto. Vogliamo vincere, ma senza frenesie. Da una squadra con tanta qualità mi aspetto che si capiscano i momenti della partita".

Il Milan e gli infortuni: "Origi e Rebic assenze pesanti"

Pioli spiega poi i tanti cambi di formazione, forse in ottica derby e la scelta di schierare De Ketelaere nel finale come falso centravanti: "Devo gestire le forze dei ragazzi, oggi non avere avuto a disposizione Origi e Rebic è stato un problema. Derby? Ho già visto i ragazzi delusi per la partita di oggi e questo è positivo". Infine su Maignan: "Mike è un campione, ha qualità eccezionali e lo sappiamo da tempo".

Ahi Inter, Lukaku salta Milan e Bayern Monaco
Guarda il video
Ahi Inter, Lukaku salta Milan e Bayern Monaco

 

 

 

 


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti