Corriere dello Sport

Napoli

Vedi Tutte
Napoli

Diawara si racconta ai ragazzi della Junior Tim Cup all'Oratorio Giovanni Paolo II di Napoli

Diawara si racconta ai ragazzi della Junior Tim Cup all'Oratorio Giovanni Paolo II di Napoli

Giornata speciale con il 19enne centrocampista di Sarri per gli Under 14 del torneo promosso da Lega Serie A e CSI

Sullo stesso argomento

 

martedì 7 febbraio 2017 21:29

NAPOLI - Alla fine la differenza di età non eè molta ma Amadou Diawara sarà sembrato comunque una sorta di gigante ai ragazzi della Junior TIM Cup - torneo di calcio Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano - che hanno incontrato il 19enne centrocampista guineano all’Oratorio Giovanni Paolo II di Napoli. «Giocare da giovane in A è un'emozione inspiegabile - ha detto ai ragazzi presenti il regista di Maurizio Sarri -. La mia storia è particolare, arrivo dall'Africa, dove giocavo a calcio per strada, invece adesso mi trovo a scendere in campo di fronte a 40mila persone. Napoli è una grandissima città prima di essere una grande squadra, vestire questa maglia è un orgoglio. Ai ragazzi consiglio di lavorare e ascoltare gli allenatori e i loro consigli, essere educati e rispettare le regole del calcio, divertendosi giocando insieme ai propri amici».

 Un pomeriggio all’insegna della condivisione e delle emozioni per tutti i partecipanti. Prima, i ragazzi hanno rivolto qualche domanda al rappresentante Napoli, per poi consegnargli la maglia “Uno di Noi”. Diawara, insieme al capitano della squadra di un oratorio locale che partecipa al torneo, ha poi firmato una speciale maglia che farà una “staffetta” in tutte le città dei prossimi incontri. Infine, alcuni dei giovani calciatori della Junior TIM Cup hanno avuto la possibilità di scendere in campo con l’ambasciatore della squadra campana. Tante emozioni che i ragazzi hanno immortalato con foto da postare sui propri profili social per raccontare, attraverso l’hashtag #juniortimcup, i momenti più belli di una giornata da sogno.

SARRI: «TEMO DI PERDERE ZIELINSKI»

 

Articoli correlati

Commenti