Napoli, Hamsik al Dalian: la fumata è cinese
© ANSA
Napoli
0

Napoli, Hamsik al Dalian: la fumata è cinese

La trattativa è ripartita ieri e si è ormai sbloccata alle condizioni di De Laurentiis

NAPOLI - Contro-ribaltone: l’affare Napoli-Hamsik-Dalian s’è sbloccato dopo la brusca frenata di mercoledì, e ora non resta che attendere l’ufficialità. Servirà un po’ della proverbiale pazienza cinese, ma neanche poi troppa: Marek è già a Madrid da ieri mattina, sede prescelta per le visite mediche e la firma del contratto, mentre il suo manager, Juraj Venglos, e i dirigenti del club cinese non hanno mai abbandonato Roma sin da sabato. Giorno dell’incontro decisivo con De Laurentiis, precedente all’incidente di percorso provocato dal Dalian con un inaspettato cambiamento della formula pattuita e suggellata con una stretta di mano dopo la partita con la Samp. La storia, comunque, è vicina alla conclusione: ieri, dicevamo, le parti hanno ricominciato a negoziare e alla fine, limando qualche particolare e qualche commissione è tornato a splendere il sole. La nuova- vecchia intesa, insomma: alle condizioni del Napoli. Irremovibile, legittimamente, il presidente azzurro: ha preteso il rispetto dei patti originari e alla fine otterrà in un’unica soluzione 20 milioni più bonus, a fronte della cessione definitiva di Hamsik. Che per qualche ora è stato il capitano fantasma della sua squadra.

MARCIA INDIETRO - E allora, il caso è risolto. Facciamo quasi, giusto per un briciolo di cautela acquisita proprio alle calcagna di una trattativa che in ventiquattro ore è saltata e poi è tornata viva. Più che mai: praticamente fatta.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport 

Vedi tutte le news di Napoli

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti