Roma, l'evoluzione di Veretout: da gregario a leader. Altro no al Napoli

Voluto fortemente da Fonseca, il francese in un anno ha conquistato tutta Trigoria e i tifosi giallorossi. Il Napoli continua a chiederlo, Fienga ha rifiutato
Veretout 7.5 Decisivo come CR7. Sull'ì1-0 è lui a conquistare la palla sul passaggio sbagliato di Ramsey, lui a calciare verso la porta e a procurarsi il rigore, lui a trasformarlo. Sul 2-1 il gesto tecnico è da applausi: controllo in corsa di destro, conclusione di sinistro. E in più gioca, gioca sempre.© ANSA
Jacopo Aliprandi

ROMA - "No, grazie. Per qualsiasi cifra". Guido Fienga ha ribadito per l'ennesima volta agli intermediari l'incedibilità di Jordan Veretout. Il francese non si tocca, neanche per quaranta milioni. Perché la sua evoluzione all'interno della Roma è stata sorprendente, Jordan da acquisto gregario è diventato in poco tempo uno dei leader della squadra, uno dei pilastri sui cui costruire la nuova Roma. 

Smalling alla Roma, ci siamo: i retroscena del blitz di Fienga

Il suo acquisto, il 19 luglio 2019, era passato un po’ in sordina, anzi, per molti i diciannove milioni di euro spesi dal club per prelevarlo dalla Fiorentina e battere la concorrenza del Napoli erano anche troppi. Ma è bastato poco per far ricredere gli scettici, e il mea culpa è stato totale. Adesso Veretout è un vero e proprio senatore della rosa, un giocatore sui cui i compagni possono contare sia in campo sia fuori. Soprattutto per la professionalità che ha mostrato nell'ultima stagione. Mai fuori posto, sempre sul pezzo e pronto ad aiutare il compagno. 

Da Chiesa a Smalling: ecco gli obiettivi di mercato delle big di Serie A
Guarda la gallery
Da Chiesa a Smalling: ecco gli obiettivi di mercato delle big di Serie A

Domenica all’Olimpico è stato il terzo migliore per chilometri percorsi, primo per distacco nei chilometri fatti correndo. I compagni di squadra ci hanno più volte scherzato su: "Jordan, hai tre polmoni. Ma come fai a non stancarti mai?". Merito di un’attenta alimentazione, della preparazione svolta a Trigoria ma anche di un personal trainer francese che già lo aveva seguito durante il lockdown: tramite videochiamate il centrocampista lavora a casa per migliorare la resistenza e spingersi oltre il limite, sia fisicamente che psicologicamente. I risultati sono arrivati, Veretout si è preso la Roma e non vuole più fermarsi. 

Stadio Roma, Friedkin incontra la Raggi: ipotesi aree alternative

Il Napoli è costretto a rassegnarsi. Per tutta l'estate ha provato a portarlo via da Trigoria, ma senza risultati. Fonseca ha messo il veto sul giocatore, è stato proprio il portoghese a volerlo un anno fa, chiamandolo più volte per convincerlo ad accettare il progetto giallorosso. Una scommessa più che vinta. 

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti