Zaccagni, Napoli in pole. Milik gratis, Inter in lizza con Juve e Roma

Per il centrocampista dell’Hellas, Giuntoli ha un accordo con D’Amico
Zaccagni, Napoli in pole. Milik gratis, Inter in lizza con Juve e Roma© Getty Images
Antonio Giordano
Tagsnapoli

Al mercato, ch’è un mondo virtuale, non c’è distanziamento sociale: e ci si può trovare nel caos, pur senza accorgersi della ressa che sta intorno. Succede spesso così, quasi sempre, e queste antiche leggi restano vive, anche nel Terzo Millennio, perché a volte il tempo non riesce a modificare le antiche abitudini. Nei suoi venticinque anni, Mattia Zaccagni non si è mai trovato con tutti questi riflettori puntati addosso, ed è chiaro che ci abbia messo anche del suo (domenica), inventandosi un gol da francobollo, uno di quei capolavori che nella vita è complicato replicare. Ma prima ancora che Zaccagni rovesciasse intorno a sé tutta quest’attenzione, in quel cono di (apparente) ombra, il Napoli era già riuscito ad intrufolarsi: telefonata recentissima, una anche alla vigilia della «genialata», tra Cristiano Giuntoli e Tony D’Amico, i due diesse che a gennaio del 2020 ebbero modo di incrociarsi per allestire un mega-affare (Rrahmani, Amrabat e Kumbulla) poi ridimensionato dalle scelte dei calciatori a un solo trasferimento. E nella chiacchierata perlustrativa, così le chiamano, l’ennesima di una breve seria, il soggetto del desiderio è stato di nuovo Mattia Zaccagni, una tentazione da lusingare. Prezzo più o meno concordato: intorno ai quindici milioni di euro; e anche il calendario di un’operazione che dovrebbe andare in scadenza nel prossimo giugno, quando ognuno avrà chiarito i propri obiettivi e le rispettive possibilità, sembra sia stato allestito. Napoli e Verona si sono simbolicamente stretti la mano e se non siamo in presenza di un’opzione morale c’è una promessa che ha un senso: poi è chiaro che dentro la palla di vetro non sarà possibile guardare, ma il vantaggio sulla concorrenza sembra almeno rassicurante.

Zielinski, Lozano e Insigne: il Napoli torna grande alla Sardegna Arena
Guarda la gallery
Zielinski, Lozano e Insigne: il Napoli torna grande alla Sardegna Arena

E Milik

Tanto per gradire, la folla è andata ingigantendosi intorno ad Arkadiusz Milik, che deve continuare a combattere con se stesso e decidere cosa voglia fare da grande: ha la possibilità di salutare a parametro zero e dunque di indirizzare il destino nella direzione che maggiormente gli sta a cuore, però sa anche che per godere di questa libertà incondizionata dovrà (dovrebbe) rinunciare all’Europeo. Mica semplice negarsi una vetrina ed un’emozione del genere. Ma le tentazioni aumentano e ad aspettarlo a braccia aperte e con un portafogli gonfio ci sono sempre Juventus e Roma, alle quali si è aggiunta l’Inter, la terza incomoda che potrebbe rappresentare una variabile impazzita da tener presente. Però Milik è chiaramente combattuto, consapevole delle diffi coltà di trovare immediatamente estimatori in grado di versare quindici milioni al Napoli e portarselo via, dandogli pure una maglia: l’Atletico Madrid ha cominciato a guardarsi intorno e l’Olympique Marsiglia sta rifl ettendo sull’operazione. E’ un momentaccio per chiunque e nel sacco della Befana non c’è traccia di oro o di euro...

Gattuso: "Osimhen è giusto che bolla nel suo brodo.."
Guarda il video
Gattuso: "Osimhen è giusto che bolla nel suo brodo.."

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti