Marrucco: "La forza del Napoli è il gruppo: merito di Gattuso"

L'agente: "De Laurentiis dovrebbe pensarci prima di sostituirlo, ma i rapporti sono difficili"
Marrucco: "La forza del Napoli è il gruppo: merito di Gattuso"© ANSA

NAPOLI - "Zola era un giocatore umile con una capacità di apprendimento quasi morbosa. Lui ha affinato e imparato tante cose grazie a Maradona ma pure a Careca. A Napoli fu utilizzato trequartista ma il suo vero ruolo era la seconda punta". Lo ha detto ai microfoni di Radio Marte l'agente Fulvio Marrucco, che ha poi aggiunto: "Quello che ha fatto Gattuso è di altissimo livello e gli va riconosciuto. Anche lui ha avuto nel periodo più difficile degli infortuni e un problema di salute. Il dato oggettivo è che non fai una rimonta del genere se non hai un gruppo unito, al di là della crescita dell'allenatore. C'è un gruppo coeso e questa è una cosa rarissima. Oggi la forza del Napoli è il gruppo, composto da ottimi giocatori". 

Napoli, Osimhen segna al Torino: balletto con Insigne dopo il gol
Guarda la gallery
Napoli, Osimhen segna al Torino: balletto con Insigne dopo il gol

"Cambiare Gattuso? De Laurentiis dovrebbe pensarci molte volte"

E ancora: "Gattuso ha avuto il grandissimo merito di riuscire a mantenere l'armonia, che è estremamente difficile. E De Laurentiis prima di cambiare allenatore deve pensarci molte volte. Resta però, alla luce delle ruggini, un contratto estremamente difficile perché oggi Gattuso è in una posizione differente. Non è più il famoso contratto che De Laurentiis pone e l'allenatore sottoscrive. Potrebbe essere una trattativa difficile ma da condurre in porto. Gattuso e la squadra stanno subendo un silenzio stampa che porta frutti e quindi ha negato di poter parlare ed esprimere dei pensieri. Questa è una cosa che comunque lascia nel rapporto uno strascico". La chiosa di Marrucco è sulla situazione Koulibaly: "Non esiste un ciclo che si conclude o si apre. Prima di tutto il raggiungimento della Champions potrebbe essere un punto di partenza per far saltare la rivoluzione che De Laurentiis voleva organizzare con ricavi in meno. Qualche partenza ci sarà ma non si tratterà di una rivoluzione. Abbiamo ricominciato a vedere il giocatore già visto in questi anni. Albiol? Grande uomo e grande giocatore".

Mister Calcio Cup europei

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti