Mario Rui: "Napoli, resto e mi gioco il posto"

L'esterno: "Spalletti un grande allenatore. Zielinski? Ho un debole per lui, spero sarà protagonista"
Mario Rui: "Napoli, resto e mi gioco il posto"© LAPRESSE

NAPOLI - Ai microfoni di Radio Kiss Kiss è intervenuto il terzino del Napoli Mario Rui: "La gara con il Verona fa parte del passato e ora pensiamo solo a lavorare con il nuovo allenatore. La delusione è stata grande per tutti, ma la medicina è lavorare bene e curare i dettagli per diventare più forti". Un lavoro che l'esterno sta già facendo con Luciano Spalletti: "È un grande allenatore che ha fatto benissimo ovunque e faremo il massimo per accontentarlo dando qualcosa in più. Il mio futuro? Ho rinnovato l'anno scorso e il mio contratto è ancora lungo. Io sono pronto a lottare per trovare spazio, ma chiunque arriverà sarà il benvenuto. Non mollerò e darò sempre il massimo per questa squadra e prometto ai tifosi che lavoreremo per raggiungere i nostri obiettivi".

Napoli, Spalletti canta dal palco di Dimaro
Guarda il video
Napoli, Spalletti canta dal palco di Dimaro

"Ho un debole per Zielinski: sarà protagonista"

Su Di Lorenzo e Insigne, compagni di squadra neo campioni d'Europa con l'Italia: "Non mi hanno sorpreso, li vedo ogni giorno e sapevo che avrebbero fatto un grande Europeo, complimenti all'Italia per il trofeo vinto. Chi può fare la differenza al Napoli? Abbiamo tanti giocatori forti, ma ho sempre avuto un debole per Zielinski: spero che la prossima stagione possa essere protagonista" ha concluso Mario Rui.

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti