Napoli, Spalletti: "Ci voleva un episodio a favore, ora testa al Milan"

Il tecnico commenta così la sconfitta contro l'Empoli: "Non siamo stati bravi ad esprimere qualità quando era il momento di fare male"
Napoli, Spalletti: "Ci voleva un episodio a favore, ora testa al Milan"
3 min

NAPOLI - "Non siamo stati bravi ad esprimere qualità quando era il momento di fare male in quelle situazioni dove li abbiamo chiusi nell’area di rigore. In molti stringono i denti, a volte serve l’episodio che ti gira a favore ed invece va tutto nella direzione opposta". Sono le parole di Luciano Spalletti dopo al sconfitta del suo Napoli contro l'Empoli per 1-0. Sugli episodi sfortunati il tecnico ha citato quello di Zielinski, costretto ad abbandonare il campo al 22': "Sono stato costretto a cambiare dopo 10 minuti perché gli è iniziato a far male il petto e non ho provato a tenerlo ancora in campo perché avevo il dubbio potesse succedere qualcosa. Nelle due tattiche della partita, sia noi che l’Empoli, dovevamo essere più bravi a girare la palla e a portarla a nostro favore, invece non siamo riusciti bene a chiudere l’Empoli e a farle perdere riferimenti. Nel durare fatica sono venute fuori le difficoltà del momento, siamo stati costretti a spendere energie e abbiamo perso lucidità".

Cutrone beffa il Napoli: ora Spalletti è quarto

"Milan? Sarà una grande opportunità"

Spalletti ha poi parlato dell'infortunio di Elmas: "Ha preso una botta grossa ed evidente sulla tibia, dopo il rinvio è stato preso in pieno a gamba alta. Però in quanto a squalifiche ho già dato, non vi aspettate che dica niente (ride, ndr). Vedremo se avrà da recuperare, mi è sembrato fiducioso. Rigore? Non so come sia la regola, il difensore anticipa di un secondo poi però gli rimane il piede dritto. Vorrei andare oltre". Sulla condizione attuale della sua squadra: "Insigne gli chiedi di giocare ma non aveva tutti quei minuti addosso. I giocatori tornati dal Covid non hanno una grandissima condizione, bisognava essere bravi a girare palla e a non farla diventare una partita dispendiosa dal punto di vista delle energie, la via di uscita era quella, metterla sotto un piano tecnico dove si subisce qualche ripartenza, ma poi la gran parte della partita la gestisci, invece nel primo tempo abbiamo sofferto, nel secondo è andato meglio, ma sono mancate le zampate qualitative nell’area di rigore". Infine sulla sfida di domenica prossima contro il Milan di Pioli: "Una grande opportunità, bisogna mettere a posto delle cose e abbiamo una settimana intera a disposizione per allenarci e mettere roba nel motore dei calciatori rientrati, che abbiamo comunque portato in panchina, altrimenti non riesci mai a metterci dentro condizione".

Cutrone decisivo, l'Empoli sbanca Napoli
Guarda la gallery
Cutrone decisivo, l'Empoli sbanca Napoli


Abbonati a Corriere dello sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti